MILANO – “Spero di aiutare Piatek con tanti assist. Più gol farà lui, meglio andrà la squadra e io sono qui per far sì che il Milan possa raggiungere i suoi obiettivi”. E’ lo scopo del nuovo acquisto del Milan, Rafael Leao. “Sono venuto qui – spiega l’attaccante portoghese in un’intervista a Milan Tv – per dare il massimo, per aiutare la squadra a prescindere dal ruolo che mi darà il mister. Sono veloce e mi piace puntare l’uomo. Mi piace fare assist ma segnare gol fa parte anche del mio bagaglio tecnico. E’ importante dare una mano e giocare per la squadra, non sono individualista. Mi piace giocare con due attaccanti: uno rimane più fermo, l’altro ha più libertà di svariare. Piatek è un ottimo attaccante, ha fatto vedere tutto il suo valore al Genoa e al Milan si è confermato”.
Leao rivela che Kakà era uno dei suoi idoli (“un fuoriclasse”) e ripercorre una carrellata dei campioni rossoneri del passato: “Sceglievo sempre il Milan quando giocavo alla PlayStation, era molto forte e ha vinto tante volte la Champions. Ho guardato i video di Maldini, Rui Costa, Seedorf, hanno fatto la storia del calcio. E’ molto bello essere qui”.

Amichevole con il Manchester United, convocato anche André Silva

Tra i convocati per l’amichevole di domani (18:30) contro il Manchester United c’è anche André Silva, attaccante portoghese tornato a disposizione di Giampaolo dopo il mancato trasferimento al Monaco. Silva resta sul mercato: Jorge Mendes infatti sta lavorando per cercare di riavvivare l’interesse del club monegasco. Presente anche Bonaventura che si sta allenando da diversi giorni in gruppo dopo 8 mesi dall’intervento al ginocchio: il centrocampista però non dovrebbe essere ancora pronto per giocare uno scampolo di partita. Lunga la lista degli indisponibili: Hernandez e Caldara sono infortunati, Laxalt e Paquetà restano a Milanello per lavorare sulla condizione dopo le fatiche della Coppa America, Kessie e Bennacer non sono ancora rientrati dalle vacanze, Leao è tornato in Portogallo e Duarte in Brasile.

“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml