MILANO – Multa di 40mila euro a Franck Kessié. Il centrocampista ivoriano, tornato dagli impegni con la propria Nazionale, si è presentato con il proprio agente nella sede rossonera, dove Leonardo e Maldini gli hanno comunicato il provvedimento a causa della plateale lite con Lucas Biglia durante il derby di domenica 17 marzo, oltre a non aver dato la mano ad Andrea Conti nel momento della sostituzione.

PROBABILE PANCHINA A GENOVA – All’incontro con la dirigenza rossonera era presente anche il sindacato dei calciatori perché, in questo caso, l’ammontare della multa superava la sanzione standard in base allo stipendio del giocatore. L’ex centrocampista atalantino si è scusato per l’episodio, prima di recarsi regolarmente a Milanello dove tuttavia si è allenato da solo perché la normale seduta agli ordini di Gattuso era già finita. Sembra a questo punto improbabile la presenza dal primo minuto di Kessie nell’anticipo di sabato sera in casa della Sampdoria: dovrebbe giocare il “nemico” Biglia regista (l’argentino dovrebbe ricevere una multa minore, si parla di 20mila euro) con Bakayoko nel ruolo di interno.

POSSIBILE ADDIO IN ESTATE – L’episodio, che non è affatto piaciuto a Gattuso, potrebbe avere ripercussioni sul futuro di Kessie. L’ivoriano, che guadagna circa due milioni di euro, in estate potrebbe lasciare Milano anche perché il tecnico rossonero considera imprescindibile la presenza di Bakayoko, per il cui riscatto bisognerà versare 35 milioni nelle casse del Chelsea. Con l’esplosione di Paquetà e il ritorno di Bonaventura, la permanenza del numero 79 non sembra affatto così sicura.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml