Milano, colpo grosso al Quadrilatero della Moda: rubati 300mila euro di piumini in 90 secondi


In azione 4 professionisti del furto, i proprietari del negozio derubato: “Non immaginavamo che un luogo così blindato potesse essere così facilmente attaccabile”

Hanno agito in modo freddo e organizzato, da veri professionisti del furto. E ci sono riusciti benissimo: in meno di 90 secondi hanno rubato una settantina tra piumini e capispalla per un valore di circa 300mila euro. E’ successo nella notte del 17 novembre al Flagship Store di MooRER, nella centralissima Via della Spiga.
I capi rubati sono una selezione tra i modelli più preziosi della collezione, con valori da 1.500 a 35.000 euro a singolo capospalla, caratterizzati da materiali di eccellenza che vanno dal cashmere, alla vicuna alla pelle.
“Dal 2014 ad oggi abbiamo subito cinque furti su commissione, di cui quattro in azienda”, ha dichiarato Moreno Faccincani, Amministratore Delegato di MooRER Spa. “Questo ci ha portato ad incrementare esponenzialmente i protocolli di sicurezza nella nostra azienda di Castelnuovo del Garda, con sistemi di allarme sofisticati e presenza costante di guardie giurate, come se fossimo una gioielleria. Non immaginavo che anche un luogo così blindato come il Quadrilatero potesse invece essere facilmente attaccabile”
Il sospetto, per non dire la certezza visti i precedenti furti ad altri colossi della moda come Hermes e Vuitton, è di trovarsi di fronte a una gang che agisce in maniera strategica.

17 novembre 2018 – Aggiornato alle







SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml