Un assegno da 2500 euro e un vero e proprio “tesoretto” di ferie accumulato grazie all’istituto delle ferie solidali, appena approvato dalla giunta comunale, dai colleghi di lavoro. Il doppio, bel gesto di solidarietà arriva dalla polizia locale di Sesto San Giovanni, che ha così consentito a un vigile in serie difficoltà familiari di affrontare con maggior serenità un periodo difficile della sua vita. “Una persona speciale”, ha commentato il sindaco di Sesto Roberto di Stefano in un post su Facebook, “il gesto dei colleghi mi ha emozionato”.

Di “persona speciale” ha parlato anche Carmelino La Grotteria, sindacalista Sulpm della polizia locale, presente insieme al sindaco al momento della consegna dell’assegno. La solidarietà dei colleghi ha consentito al vigile, trent’anni di servizio alle spalle, di stare accanto alla moglie che sta lottando contro una brutta malattia. E che a sua volta ha scoperto di doversi sottoporre a un intervento.

Assegno a parte, le ferie regalate all’agente di polizia locale gli consentono quel tempo che la legge non gli consentirebbe. Se in 3 anni si superano i 6 mesi di malattia, spiegano i sindacati, si è passibili di licenziamento: ora grazie alla speciale “colletta” il vigile potrà usufruire di 8 mesi di ferie. “Con l’istituto delle ferie solidali che abbiamo appena approvato, i vigili hanno potuto rinunciare anche a giorni di ferie per donarle al compagno”, ha commentato nel suo post il sindaco di Sesto. “Siamo contenti di essere intervenuti, nel nostro piccolo, per aiutare chi è in difficoltà e chiunque in futuro dovesse avere le stesse necessità”

Un caso simile a quello di Sesto San Giovanni si era verificato nei mesi scorsi a Vimodrone, dove un dipendente di una ditta locale malato di leucemia aveva ricevuto un “dono” di 1000 ore di ferie dai colleghi


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml