Uno studente che colpisce la sagoma di Matteo Salvini con un libro. Un altro disegno, in cui il ministro dell’Interno è raffigurato con il corpo da topo. Milano stamattina si è svegliata con i manifesti affissi nella notte da ‘Rete studenti’ che invitano al corteo del 16 novembre, “Studenti contro il governo”: una chiamata a scendere in piazza e a manifestare contro le politiche di palazzo Chigi, dal decreto sicurezza al welfare studentesco e all’edilizia scolastica. “Perché le scuole cadono a pezzi, basti pensare che con il maltempo, alcuni istituti come l’Itsos Steiner e l’Agnesi si sono riempiti d’acqua e calcinacci”, spiega Simone, uno dei portavoce di Rete studenti.

Milano, manifesti contro Salvini: il ministro con il corpo da topo e colpito da un libro

E così stanotte i ragazzi hanno appiccicato due diverse gigantografie del ministro dell’Interno fuori dall’istituto tecnico Varalli e dal liceo Allende, sulle palizzate dei cantieri della M4 vicino ai licei classici Manzoni e Tito Livio e in Darsena. Nel primo si vede uno studente che aggredisce Salvini con un libro in mano: “Metafora della doverosa lotta all’ignoranza, ormai diventata la migliore alleata del vicepremier e utilizzata dallo stesso come strumento per fomentare l’odio e colpire i cittadini alla pancia”, fa sapere Rete studenti. L’altro accomuna il leader della Lega a “un topo di fogna, a sottolineare le fin troppo evidenti analogie con i neofascisti dai quali riceve un forte supporto”. Si preparano, insomma, al corteo del 16, già ribattezzato “No Salvini day”.

Milano, manifesti contro Salvini: il ministro con il corpo da topo e colpito da un libro


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml