Milano, pace tra Corona e Nina Moric: accordo per l’affidamento congiunto del figlio


Ora il tribunale dovrà solo ratificare l’accordo raggiunto davanti agli avvocati. Fino ad ora il minore era affidato alla madre dell’ex agente dei fotografi

Pace fatta tra Fabrizio Corona e Nina Moric anche davanti alla sezione famiglia della Corte d’Appello di Milano. I due ex coniugi si sono ritrovati in Tribunale e hanno portato davanti ai giudici, assieme ai loro legali, un accordo per l’affidamento congiunto del loro figlio adolescente, che prima era stato affidato alla madre di Corona.

“Sono molto contento, finalmente abbiamo trovato un accordo e una pacificazione”, ha spiegato ai cronisti Corona. La modella croata si è detta felice perché il figlio “finalmente torna a casa con me, ora è tutto positivo dopo anni di sofferenza”. I legali di Corona, Antonella Calcaterra e Antonella Minieri, e quello di Moric, l’avvocato Solange Marchignoli hanno raggiunto un accordo per l’affidamento congiunto del minore che vivrà in prevalenza con la madre. Tra Corona e la modella già da tempo era tornato il sereno, dopo anni di tensioni e liti, anche giudiziarie. La Corte dovrà solo ratificare l’accordo.
 

15 novembre 2018 – Aggiornato alle







SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml