Minacciava i passanti con un grosso coltello da cucina, fra piazza Duomo e corso Vittorio Emanuele a Milano. Gli uomini della polizia locale, di ronda fra la piazza e le vie dello shopping, lo hanno fermato e portato all’Ufficio centrale arresti e fermi che si trova in via Pietro Custodi.

L’uomo, un giovane africano, nel momento in cui è stato braccato e caricato in auto non aveva più con sé l’arma, poi ritrovata in un cestino dell’immondizia. Agli agenti ha raccontato di essere senegalese, ma con sè non aveva nessun documento. “Abbiamo avuto paura. Urlava, era aggressivo – racconta una donna che ha incrociato l’uomo – Pensavamo davvero volesse aggredire qualcuno”.

Una volta identificato, il giovane sarà affidato a una struttura ospedaliera, di modo che sia valutata la necessità di sottoporlo a trattamento sanitario obbligatorio.


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml