MODENA – La torta, piuttosto grande, c’era. La sala, addobbata a festa per l’occasione, anche. E gli inviti erano stati regolarmente spediti. A mancare, semmai, è stata proprio la cosa più importante: i partecipanti. Dei 23 bambini chiamati, infatti, se n’è presentato solamente uno. E, degli assenti, la maggior parte non avrebbe avuto nemmeno il buon cuore di avvertire.

È la triste storia di un compleanno finito male, quella che arriva da Cavezzo, nel modenese. Praticamente tutta la classe della scuola materna comunale, infatti, ha dato forfait alla festa di un bambino autistico. Lui, già pronto a spegnere la sua quarta candelina, non si sarebbe accorto di nulla proprio a causa della sua condizione. Ma la madre, indignata, ha preferito non lasciar correre, e armata di videocamera ha affidato il suo sfogo a Facebook: “In casa mia mi hanno insegnato che chiedere è lecito e rispondere è sinonimo di cortesia: bastava mi rispondessero di no, invece sono stata ignorata. Ho scritto l’invito per la festa di compleanno di mio figlio nella chat dei genitori dei suoi compagni di classe, invitandoli di lunedì alle 18. Ma su 18 persone che hanno ricevuto l’invito solo in 5 mi hanno risposto“.

Qualcuno non è potuto venire per un contrattempo all’ultimo minuto, un altro bimbo era malato, mentre altri genitori ancora hanno detto “che sono testimoni di Geova e non festeggiano i compleanni”. La mamma, comunque, ha apprezzato: “Sono stati corretti innanzitutto per la risposta e poi perché mi hanno anche spiegato il motivo della loro assenza”. 

Alla fine, però, alla festa si è presentato un solo bimbo. “Ci sono rimasta molto male – ha dichiarato la donna alla Gazzetta di Modena – anche perché avevo fatto degli investimenti per organizzare il compleanno e comprato anche una grande torta. Ho saputo poi che molte madri mi hanno accusata di farmi pubblicità solo perché nell’invito avevo chiesto di non portare regali, in quanto mio figlio ha già tanti giochi, ma piuttosto di fare una donazione all’associazione Piccolo Principe”, da lei stessa fondata e dedicata proprio all’assistenza a bambini autistici.

Dai social è arrivata tanta solidarietà. E, grazie alla viralità della sua denuncia, anche una piccola consolazione: gli organizzatori di Kids Festival, una manifestazione dedicata ai bambini che si è tenuta ieri a Milano, hanno invitato madre e figlio per un secondo compleanno. Il bambino, così, ha finalmente festeggiato i suoi quattro anni, scartando anche i regali donati dalla Guardia di Finanza, dalle guardie del Parco Nazionale d’Abruzzo e dagli organizzatori. 


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml