ZURIGO  – Sono nove i paesi interessati a ospitare i Mondiali di calcio femminili del 2023 e, tra le candidature, spicca quella della Corea del Sud che è pronta a correre insieme a quella del Nord. Dopo il record di spettatori e le vendite dei biglietti alle stelle per la coppa iridata in programma in Francia la prossima estate, ormai è boom per il calcio femminile.

RECORD: SONO NOVE LE CANDIDATURE

Sono tantissime ormai le manifestazioni di interesse per organizzare il torneo iridato in programma tra quattro anni. La Fifa ha infatti reso noto che in nove (si tratta di un record) hanno presentato una richiesta formale per ospitare la manifestazione: ci sono l’Argentina, l’Australia, la Bolivia, il Brasile, la Colombia, il Giappone, la Nuova Zelanda, il Sudafrica e la Corea del Sud che sta valutando un’offerta congiunta con la federazione di Pyongyang. C’è tempo fino al 16 aprile per formalizzare la candidatura e fino al 4 ottobre per presentare il dossier. Tra i criteri per l’assegnazione ora la Fifa ha introdotto anche il rispetto dei diritti umani. La scelta della sede verrà fatta nel marzo del prossimo anno.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml