Monza, uccise tre parenti avvelenandoli con il tallio: Mattia Del Zotto assolto per infermità mentale


Il 28enne di Nova Milanese aveva provato ad avvelenare nove persone. Il giudice ha stabilito che dovrà passare 10 anni in un ospedale psichiatrico giudiziario

Mattia Del Zotto, il 28 enne di Nova Milanese (Monza) che nell’estate del 2017 ha avvelenato con solfato di tallio nove membri della sua famiglia – uccidendone tre – è stato assolto dal gip del Tribunale di Monza Patrizia Gallucci perché ritenuto totalmente incapace di intendere e volere al momento dei fatti. Per lui, però, il giudice ha stabilito che dovrà essere rinchiuso in una struttura psichiatrica per dieci anni.

19 novembre 2018 – Aggiornato alle







SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml