Muore nel rogo della casa, il 112 manda i soccorsi all’indirizzo sbagliato


Muore nel rogo della casa, il 112 manda i soccorsi all'indirizzo sbagliato

Trieste, l’incendio a via Batagely 11 ma i mezzi vengono indirizzati dal numero unico per l’emergenza a via Battigelli, dall’altra parte della città
 


Un’assonanza tra due vie e i soccorsi arrivano sul posto sbagliato. È quanto accaduto a Borgo San Sergio, a Trieste, dove all’alba di domenica mattina una donna, Ida Paternostro di 83 anni, è morta a causa del fumo sprigionato dalle fiamme divampate nel suo appartamento.
 
A chiamare il numero unico 112 sono stati i vicini della vittima intorno alle 6.53. Al numero di emergenza avevano spiegato che a via Batagely 11 a Trieste c’era un incendio e che dentro la proprietaria di casa non rispondeva. L’operatore del Nue però non capendo bene il nome della via e invia i soccorsi in codice rosso a via battigelli 11, una piccola strada a 5 km da Trieste.
 
L’indirizzo del target è stato corretto circa 10 minuti più tardi, quando i vicini, non vedendo arrivare nessuno, hanno deciso di richiamare il Numero unico.
 

Muore nel rogo della casa, il 112 manda i soccorsi all'indirizzo sbagliato

A rendersi conto dell’errore sono stati anche gli operatori del soccorso arrivati sul luogo sbagliato: a via Battigelli non solo non c’era un appartamento in fiamme, ma non esisteva nemmeno il civico 11.
 
Solo dopo circa 20 minuti dalla prima chiamata di aiuto i soccorsi riescono a raggiungere il luogo dell’incendio. A via Batagely 11, l’idirizzo corretto, ambulanza e automedica arrivano alle 7.22, mentre i vigili del fuoco pochi minuti prima. E la caserma dei pompieri più vicina, quella di Muggia, dista appena 2.7 km dall’abitazione della signora Ida.
 








SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml