MILANO – Non è un addio, ma un arrivederci. Radja Nainggolan lascia l’Inter dopo un anno altalenante. Il belga non farà parte del progetto Conte, così la scelta di andar via per tornare a “casa”, in quella terra che lo ha lanciato nel calcio che conta e che lo ha sempre amato. Il Ninja torna a Cagliari, in prestito, ma non c’è rancore nei confronti dei nerazzurri. “Non mi hanno cacciato, sono sereno e tranquillo. Ho altri due anni di contratto dopo questo, magari con l’Inter l’esperienza non è finita, vediamo”.

“Avevo tante offerte, scelta di cuore”

Intervistato all’aeroporto di Malpensa prima della sua partenza per Cagliari, Nainggolan non sa spiegarsi il perché della scelta di Antonio Conte e della società nerazzurra. “Ho provato a fare parlare il campo, devono saperlo. Cos’è successo? Starò sul c…o, che ne so”. Ora, però, lo sguardo è rivolto al futuro e alla sua nuova vita in rossoblu. “Al di là di tutto sono felice. Torno in Sardegna per fare bene. Ho scelto il cuore, avevo tante offerte: voglio portare in alto la squadra nell’anno del centenario”.

“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml