Napoli, la ministra alla Sanità Giulia Grillo chiede di sciogliere l’ospedale San Giovanni Bosco per infiltrazioni camorristiche. E’ il nosocomio balzato più volte alle cronache per la presenza di insetti nei reparti e per infiltrazioni nella gestione del parcheggio.

Particolari inquietanti, infatti emergono dall’inchiesta della Procura di Napoli sull’Alleanza di Secondigliano che oggi ha portato a un maxi blitz interforze in tutta Italia. Il clan Contini, nell’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli, lucrava anche sui decessi. Chi aveva necessità di riavere quanto prima la salma di un proprio congiunto deceduto non doveva fare altro che rivolgersi agli uomini del clan.

Versando 500 euro, la camorra falsificava i documenti attestando che il paziente, che in realtà era morto, era invece vivo e poteva anche essere dimesso. I congiunti, a questo punto, se lo potevano portare a casa con un’ambulanza.

“La camorra aveva fatto dell’Ospedale San Giovanni Bosco di Napoli una sua base logistica – scrive su Facebook la ministra Grillo – Ora basta, la camorra non può tenere in ostaggio la Sanità campana. Servono decisioni coraggiose e lo Stato farà la sua parte, perchè non c’è salute senza legalità”.

in riproduzione….

“Domani sarà convocato il Comitato nazionale per la sicurezza e l’ordine pubblico – sottolinea Grillo in un video – ci sarà il procuratore Melillo che ha seguito le indagini e chiedo già di porre attenzione su questo ospedale: se è necessario, e a mio avviso lo è, si deve convocare il Comitato di accesso e immaginare di sciogliere per infiltrazione mafiosa l’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli. E dare ai cittadini, finalmente, una Sanità degna di questo nome”. L’ospedale in questione, ricorda il ministro, “è quello delle formiche, quello di plurimi episodi incresciosi. La camorra aveva deciso di lucrare sulla pelle dei malati, la cosa più immorale che si può immaginare. E’ una ferita quella che lascia una criminalità che si è impossessata di un ospedale, dando una mazzata alla qualità dei servizi. Questo ci deve dare il coraggio e la forza di combattere e migliorare. Negli anni qualcuno avrebbe dovuto avere più coraggio, evidentemente è mancato. ora bisogna ripartire da zero”.
 


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml

Caffeshop