Dopo le vittorie con Liverpool e Marsiglia, arriva una sconfitta per il Napoli, nel primo test statunitense con il Barcellona. A Miami i catalani, privi dell’infortunato Lionel Messi, si impongono per 2-1 contro gli azzurri di Carlo Ancelotti protagonisti, comunque, di un’ottima prestazione. Tante le occasioni create, ma non finalizzate da Insigne e compagni che, al 40°, vengono puniti da Busquets.

Immediata la reazione dei partenopei che due minuti dopo pareggiano in virtù dell’autorete di Umtiti che, al termine di una bella azione Insigne-Callejon, beffa Neto. Anche nella ripresa ottimo Napoli, Milik ha diverse occasioni per portare in vantaggio gli azzurri, ma è Rakitic, al 34°, a trovare la rete che fissa il risultato sul 2-1 per il Barcellona di Valverde. Sabato la rivincita a Detroit.

Carlo Ancelotti non fa drammi. “La squadra mi è piaciuta, i ragazzi hanno disputato una gara di personalità”, è il commento del tecnico azzurro. “C’è molta soddisfazione, al di là del risultato, perché abbiamo creato tanto, siamo riusciti a costruire partendo da dietro e le linee di gioco sono state molto ben eseguite – sottolinea, fiero, Carlo Ancelotti -. Di fronte avevamo un avversario che conosciamo tutti e che ha tantissima qualità. Ma noi siamo stati efficaci e pronti a tenere lo stesso ritmo di palleggio. Siamo stati in linea con quello mostrato nelle ultime due amichevoli con Liverpool e Marsiglia”.

Contro i “reds” e al Velodrome contro l’Olympique il Napoli aveva vinto e convinto, contro il Barça è mancato solo il risultato. “Lati negativi non ne trovo dopo questa partita – ribadisce Ancelotti -. Muovere critiche oggi sarebbe cercare il pelo nell’uovo. Nel computo delle occasioni probabilmente ne abbiamo avute più noi che il Barca. Ribadisco sono molto soddisfatto considerato anche il momento della stagione. Adesso giocheremo un’altra partita sabato e siamo fiduciosi di poter fare ancora bene, contro una grandissima squadra”.

Questa la formazione schierata da Ancelotti: Meret, Di Lorenzo (77′ Hysaj), Manolas (57′ Luperto), Maksimovic, Mario Rui (57′ Ghoulam), Callejon, Zielinski, Elmas (57′ Verdi), Fabian Ruiz (57′ Gaetano), Insigne, Mertens (57′ Milik).


“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml