Scontri in via Chiaia tra polizia e disoccupati, dinanzi al teatro Sannazaro, poco prima dell’arrivo a Napoli del leader Pd Nicola Zingaretti, per l’apertura della campagna elettorale delle Europee. Almeno 4 persone ferite, di cui tre manifestanti sarebbero stati trasportati in ospedale, e 6 contusi tra manifestanti e agenti. Colpito al polso anche il fotografo di Repubblica. A promuovere la manifestazione, il Movimento  “7 novembre”, sigla che più volte in questi anni è scesa in piazza per chiedere lavoro e per protestare contro il governatore della Regione. 

in riproduzione….

La manifestazione andava avanti da  oltre mezz’ora: slogan gridati contro il Pd, anche sotto la pioggia battente, a distanza sempre più ravvicinata dalla fila di agenti schierati in assetto antisommossa , quando è scattata la scintilla.  Stando alle prime ricostruzioni,  tutto è precipitato quando uno dei manifestanti ha strappato un manifesto del Pd, dall’ingresso del teatro, e lo brandiva attaccando il partito. Uno dei militanti Dem ha protestato (“Chi ti da il permesso di fare a pezzi questo manifesto, chi ti credi di essere ?”)   e forse li ha apostrofati, sono scattati insulti, poi si è passati alle mani. Nella mischia ormai fuori controllo, il gruppo dei disoccupati ha più volte toccato la barriera della polizia, che ha risposto con la carica e i manganelli.   

Sono arrivati i rinforzi. Via Chiaia appare presidiata da entrambi i lati.E l’arrivo di  Zingaretti con il Presidente della Regione De Luca è stato presumibilmente dirottato su altro ingresso.


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml