Al dodicesimo giorno di stand by nel Mediterraneo, la Open Arms con le sue 151 persone a bordo, da domani dovrà fare i conti con il maltempo in arrivo. “Dal pomeriggio sono previste onde di oltre due metri – dice il fondatore della Ong spagnola Oscar Camps – e sia Italia che Malta hanno negato alla Open Arms l’ingresso nelle loro acque territoriali per ripararsi”.

La situazione a bordo comincia a farsi estremamente delicata, anche dal punto di vista igienico-sanitario. Nelle prossime ore è atteso l’arrivo dell’altra imbarcazione della Ong spagnola, il veliero Astral, che porterà sostegno e rifornimenti ma non basta. Ieri il comandante della nave Marc Reig ha sollecitato l’ambasciata di Spagna a Malta perchè dia l’asilo ai 31 minori presenti a bordo che hanno diritto ad essere subito sbarcati e non possono essere respinti. La Ong spagnola scrive: ” Dodicesimo giorno, l’abbandono. Centocinquantuno persone invisibili stanno resistendo in coperta sull’Open Arms. Ma ogni giorno che
 passa è sempre più difficile. E’ infame il silenzio dell’Europa”.

Con quelle a bordo della Ocean Viking, la nave di Sos Mediterranèe e Msf, sono 501 le persone soccorse da navi umanitarie che attendono un porto sicuro dove sbarcare mentre continuano senza sosta, dalla Sicilia alla Calabria e alla Puglia gli arrivi di decine di migranti che riescono tranquillamente ad arrivare a terra e vengono presi in carica dai centri di accoglienza. L’Europa non si è ancora fatta carico di una trattativa ufficiale per provare a trovare una soluzione condivisa perchè nessuno degli Stati di bandiera della due navi, Spagna e Norvegia, lo ha ufficialmente chiesto. Resta in piedi solo la lettera scritta dal presidente del parlamento europeo David Sassoli che la scorsa settimana ha sollecitato la Commissione a trovare una soluzione.


“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml

Caffeshop