La società lombarda ha presentato una richiesta di concordato al tribunale di Milano. Nel frattempo centinaia di consumatori inferociti non hanno notizie di prodotti acquistati settimane fa e mai consegnati


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml