L’UNIVERSO degli smartphone pieghevoli promette di farsi sempre più ricco, nel corso del 2019. Dell’arrivo del Samsung Galaxy F, o come si chiamerà, si sa ormai molto, dopo la presentazione delle scorse settimane e la dimostrazione del prototipo del dispositivo equipaggiato con l’Infinity Flex Display. Anche i cinesi di Huawei hanno promesso un telefono “foldable” nel corso del prossimo anno, di modelli in arrivo – sviluppati da startup – se ne sono visti alcuni, come il FlexPai della Royole in commercio da dicembre. LG dovrebbe invece anticipare tutti al Ces di Las Vegas, all’inizio di gennaio. Pure un altro colosso, Oppo, si unirà al gruppone lanciando un suo prodotto in questo segmento.
 
Il produttore cinese, come One Plus e Vivo sotto il cappello della controllante BBK Electronics, si è fatto notare di recente per il Find X con la fotocamera a scomparsa. Sfruttando dunque un’ondata di popolarità internazionale che negli anni precedenti le era mancata, la società di Dongguan fondata nel 2001 e divenuta leader nella produzione di smartphone nel 2016, ha deciso che nel corso dell’anno lancerà il suo pieghevole. Con ogni probabilità l’appuntamento da segnare sul calendario sarà il Mobile World Congress di Barcellona, dal 25 al 28 febbraio nella città catalana.
 
Un product manager del gruppo, Chuck Wang, ha infatti confermato che il colosso mostrerà uno smartphone del genere. Non circolano molti altri dettagli se non che, dalle stesse dichiarazioni di Wang, sembra che anche Sony proporrà un telefono pieghevole. Oppo lancerà anche uno smartphone predisposto per le reti 5G nella prima metà dell’anno, come d’altronde molti altri produttori, e – ma questo non prima del 2020, il manager ha spiegato che non c’è bisogno di correre – proporrà un modello a tutto schermo con un foro sul display, per fare del tutto fuori dal design notch, tacche e cornici.
 
 

Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/tecnologia/rss2.0.xml