PADOVA. Venti bambini di una scuola primaria a Baone, in provincia di Padova, hanno deciso di proteggere una compagna di classe immunodepressa sottoponendosi, con il consenso dei genitori, al vaccino contro l’influenza. La piccola non può farlo perché il suo sistema immunitario compromesso e il virus stagionale potrebbero portarle un grave rischio, tale da metterne a repentaglio l’incolumità.

Gli scolari, i loro genitori e le maestre hanno così deciso di vaccinarsi in gruppo per rafforzare la “immunità di gregge” alzando un cordone di sicurezza intorno alla compagna di classe. Il personale sanitario del servizio vaccinazioni dell’Ulss 6 Euganea ha provveduto a vaccinare 20 bambini e bambine di circa 8 anni, 3 insegnanti e un gruppo di genitori.

“In un mondo spesso concentrato sull’interesse personale, questi bambini insieme alle loro famiglie e ai loro insegnati ci insegnano molto”, dice il direttore generale dell’Ulss 6 Euganea, Domenico Scibetta.


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml