Un intervento di routine, l’estrazione di un molare nel reparto di odontoiatria, è diventato una tragedia a Padova. Ieri mattina Benjamin Tyler Bryant, 13 anni, vicentino figlio  di padre americano (Mason Bryant) e di madre italiana (Simona Campana) è morto nella Clinica di Odontoiatria dell’Azienda ospedaliera, stroncato da un arresto respiratorio.

La vicenda è riportata dal quotidiano Il Mattino di Padova, secondo il quale il ragazzino, che viveva con la famiglia a Costabissara (Vicenza), era affetto dalla nascita da una seria patologia neurologica. Nei giorni scorsi Benjamin era ricoverato nel vicino hospice pediatrico per una serie di visite specialistiche e tra queste anche un paio di interventi dentistici, uno già effettuato e quello fissato per ieri mattina di estrazione di un molare.

L’intervento di estrazione con l’anestesia locale è andato secondo prassi fino al momento in cui il medico stava applicando i punti di sutura. Il ragazzino ha infatti una crisi  respiratoria enonostante i soccorsi dell’anestesista, che era presente, e l’applicazione dell’ossigeno Benjamin non si riprende. I medici eseguono le manovre salvavita, la rianimazione va avanti a lungo, ma il ragazzino non si riprende e non resta che dichiarare il decesso per arresto respiratorio con conseguente arresto cardiocircolatorio.

L’Azienda ospedaliera ha segnalato il caso in procura e, secondo Il Mattino avvierà un’indagine interna. L’autopsia potrebbe stabilire se Benjamin è morto a causa di una patologia pregressa.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml