COVERCIANO – Per la quarta volta in carriera Massimiliano Allegri ha vinto il premio “Panchina d’Oro”. Il tecnico della Juventus ha vinto l’edizione 2017/18 ottenendo 17 voti. Al secondo posto ex equo Maurizio Sarri (Napoli) e Simone Inzaghi con 8 voti. Con questa vittoria Allegri ha conquistato il nuovo record con cinque Panchine d’oro (quattro in serie A e una in Prima Divisione).

OBIETTIVO CHAMPIONS – “Ringrazio tutti ma soprattutto la società e i giocatori, sono loro che vanno in campo e vincono le partite – le parole di Allegri dal palco di Coverciano – Per me è sempre un piacere essere qui, sono emozionato come sempre. Il merito, ripeto, è sempre di tutti quelli che lavorano con me, sono molto fortunato ad avere uno staff che lavora molto bene e mi toglie molto lavoro”. L’allenatore della Vecchia Signora ha parlato degli obiettivi stagionale: “Raggiungere l’ottavo scudetto è per la Juve l’obiettivo principale, e poi c’è questa benedetta Champions: bisognerà arrivare a marzo preparati e fortunati, la Champions è una cosa per pochi, speriamo quest’anno di riuscirci. Negli ultimi 4 anni abbiamo fatto due finali ma abbiamo incontrato anche le due squadre più forti del momento. Vediamo se quest’anno un pizzico di fortuna è anche dalla nostra parte: in Champions non puoi sbagliare, il livello di qualità si è alzato, molte squadra sono in grado di poterla vincere”. Intanto sul profilo twitter della Juventus, il club bianconero si è congratulato con il proprio mister: “Complimenti a Massimiliano Allegri che vince la Panchina d’Oro, come miglior allenatore del campionato: è il primo a vincere il premio per 4 volte in serie A”.

PREMIATI ANDREAZZOLI E PAOLO ZANETTI – Oltre ad Allegri, è stato premiato anche Aurelio Andreazzoli. L’ex tecnico dell’Empoli è infatti il vincitore della panchina d’argento 2018 per la promozione in Serie A conquistata alla guida dei toscani nello scorso campionato. Alle sue spalle l’allenatore del Parma Roberto D’Aversa e l’ex tecnico del Venezia Pippo Inzaghi, ora al Bologna. Il miglior allenatore della Serie C è invece Paolo Zanetti del Sudtirol battendo la concorrenza di Fabio Liverani (Lecce), secondo con 10 preferenze. Al terzo posto ex aequo con 8 voti Bisoli, Braglia e Sottil. Per quanto riguarda gli altri riconoscimenti consegnati oggi a Coverciano, nel calcio a 5 premiati in campo femminile Gianluca Marzuoli (Montesilvano) e in quello maschile Faustino Perez-Moreno Gomez (Acqua&Sapone), fra le donne in serie B miglior allenatore Manuela Tesse (Lazio), in serie A Giampiero Piovani (Brescia).

CONTE: “NO A TRENI IN CORSA” – C’era anche Antonio Conte a Coverciano. E l’ex tecnico del Chelsea ha svelato di non avere fretta per una nuova avventura: “Non salgo sui treni in corsa. Preferisco aspettare giugno per poi valutare un nuovo progetto. Ma in questo momento non ho questa necessità di tornare ad allenare”. Una battuta sulla Serie A: “La Juventus ha scavato un solco con le altre che, per ridurre il gap, dovranno impegnarsi molto”.


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml