MANCHESTER – L’approdo di Ronaldo alla Juventus e il rapporto non idilliaco con Mourinho sembravano essere i primi segnali di un clamoroso ritorno in bianconero già la scorsa estate. Paul Pogba, però, ha deciso di restare al Manchester United, coccolato dalla dirigenza dei Red Devils e illuso dalla fascia di capitano consegnatagli dallo stesso Special One a inizio stagione. Poi i nuovi dissidi, i risultati che non arrivavano, la fascia tolta dal braccio e le nuove voci di mercato. Il francese, però, prova a mettere ordine in un’intervista il magazine ufficiale dei Red Devils: “Qui sono a casa e non mi muovo”.

OLD TRAFFORD CASA MIA – “Quando sono tornato allo United – le parole dell’ex bianconero -, è stata la sensazione migliore di sempre. Sono tornato a casa. Ho sempre sognato di giocare allo United, di fare tante partite e segnare. E al mio ritorno niente era davvero cambiato, se non per l’allenatore e la squadra, ma il resto era tutto uguale. Era come se non fossi andato via, come se fossi stato in vacanza. Ed è stata una grande sensazione tornare a casa”.

MALUMORE SANCHEZ  – Chi invece a casa all’Old Trafford non si è mai sentito è Alexis Sanchez che, un anno dopo il suo arrivo, potrebbe già andare via. Il 29enne attaccante cileno fatica a trovare spazio, nel derby di Manchester è stato escluso dall’undici titolare e anche nello spogliatoio ha finora faticato a integrarsi. Tutti fattori che potrebbero spingerlo lontano da Manchester nel mercato di gennaio anche se il suo ingaggio (quasi 24 milioni di euro lordi a stagione) è alla portata di pochissimi club. Il Psg potrebbe essere uno di questi, ma solo in estate, qualora Neymar dovesse andare via. Lo United potrebbe rimescolare le carte anche in difesa: stando al “Telegraph”, Mourinho avrebbe dato il via libera alle cessioni di Bailly e Rojo per fare cassa e investire su un difensore centrale di livello.


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml