PIACENZA – “I vostri figli ascoltano la musica di questi stronzi, presunti rapper, che a ragazzini di 12 anni, che si affacciano alla vita con tutti gli ormoni in circolo, dicono che tanto la vita finisce in niente”. Parole durissime pronunciate ieri mattina durante l’omelia domenicale da don Pietro Cesena, parroco di Borgotrebbia, frazione di Piacenza, come riportato dall’edizione odierna del quotidiano piacentino Libertà.
Ripete due volte la parola “stronzi” il sacerdote e aggiunge: “Io giuro che se ne incontro uno lo picchio, poi mi picchia lui, ma io mi ci butto dentro perché non è possibile che i nostri ragazzi ascoltino da questi stronzi che ciò che vale è solo la carriera, i soldi, il sesso, la droga”.
La sua alternativa don Cesena l’ha costruita portando i ragazzi della parrocchia dai 12 ai 14 anni su una ferrata dell’Appennino, al Monte Penna: “Hanno fatto fatica e hanno avuto un pò di paura, ma alla fine ce l’hanno fatta tutti”.
Dal 2017 il parroco pubblica online i file audio delle sue omelie domenicali nella chiesa parrocchiale dei Santi Angeli Custodi.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml

Caffeshop