NEW YORK – Prima era l’uomo che danzava in campo e segnava gol impossibili. Poi il dirigente che sognava di guidare il calcio mondiale. Un’inchiesta giudiziaria l’aveva costretto a ritirarsi, coperto da infamia malgrado sin dal primo momento avesse respinto ogni accusa. E adesso, nella sua terza o quarta vita, riabilitato da una sentenza in Svizzera ma ancora squalificato dalla Fifa, Michel Platini diventa professore speciale per tremila studenti, provenienti da oltre 100 paesi del mondo, che da oggi prendono d’assalto l’Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York.

Per loro una settimana da “piccoli ambasciatori” nel tempio della diplomazia. “Change the world” è un laboratorio attraverso il quale viene riprodotto il funzionamento degli organi delle Nazioni Unite. Ogni anno migliaia e migliaia di giovani partecipano agli eventi organizzati dall’Associazione Diplomatici, fondata a Catania da Claudio Corbino, che conta tra i suoi sostenitori campioni sportivi del calibro di Tania Cagnotto, Bebe Vio e Marco Tardelli, giornalisti come Salvatore Carrubba, ex direttore del Sole 24 Ore, Lucio Caracciolo, direttore di Limes, e Myrta Merlino de La 7, la cofondatrice di San Patrignano Letizia Moratti, la scienziata Ilaria Capua, mister Eataly Oscar Farinetti, politici (ed ex) come Enrico Letta, Angelino Alfano, Giuseppe Ayala. E quest’anno, oltre all’ospite d’onore Michel Platini, il “Change the world 2019” ospita anche la senatrice a vita Liliana Segre che si collegherà con l’Onu da Roma. Nel corso della settimana, previsto anche l’incontro con il Console generale d’Italia a New York Francesco Genuardi.

Platini all'Onu, un prof speciale per tremila aspiranti ambasciatori

Per tanti studenti al momento è solo una simulazione, quasi un gioco. Ma domani qualcuno di loro potrebbe davvero rappresentare l’Italia, magari in un’ambasciata dall’altra parte del mondo. E’ il sogno di tutti, universitari già avanti con gli esami ma anche qualche liceale con le idee ben chiare. Per una settimana presenteranno risoluzioni e si sfideranno nel Consiglio di sicurezza. Avanzeranno proposte operative e si confronteranno sui temi legati al futuro del pianeta. Con un obiettivo: cambiare il mondo, come recita il fortunato format ideato dall’Associazione siciliana che ormai da tanti anni accompagna la “meglio gioventù” nella Grande Mela.

L’obiettivo dell’associazione siciliana è quello di offrire una formazione complementare a quella che si svolge nelle aule universitarie e scolastiche per consentire agli studenti di acquisire le conoscenze necessarie nel mondo del lavoro e di orientarsi nella scelta del percorso universitario o professionale, con un particolare focus sulle carriere internazionali. L’associazione in pratica vuole sostenere la formazione di una nuova classe dirigente ispirata ai valori del rispetto, della tolleranza e dell’impegno sociale per uno sviluppo sostenibile del pianeta.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml