«Messaggio da Bocci… vuole gli orali, le domande orali». Non ha dubbi il direttore amministrativo dell’azienda ospedaliera perugina Maurizio Valorosi. Riferisce al suo direttore generale, Emilio Duca, la richiesta di Gianpiero Bocci segretario del Pd umbro. In pratica – secondo quanto emerge dall’intercettazione a carico di Valorosi agli atti dell’inchiesta – l’esponente dem vorrebbe avere le domande prima dell’esame per favorire qualcuno. L’interesse dell’ex sottosegretario all’Interno e segretario dei dem in Umbria, ma anche dell’Assessore alla Sanità e della stessa presidente della Regione Umbria Marini emerge nel concorso per quattro posti da assistente contabile riservati alle cosiddette categorie protette, quelli destinati ai disabili. Gli investigatori sentono una prima conversazione il 4 maggio del 2018 nella quale i due iniziano a programmare la strategia per condizionare il concorso e accennano «agli interessi in proposito dell’assessore e dell’onorevole Gianpiero Bocci».

Qualche giorno dopo, il 9 maggio, Duca dice esplicitamente che porterà le domande a Bocci: «Anche Bocci è a Roma, me lo ha detto lui, ora gli mando un messaggio e domani pomeriggio quando tornava su… gli porto le domande». Ma Bocci non è il solo a riceverle. «Quello stesso giorno – scrive il gip – il Duca si reca in consiglio regionale e ha un incontro con la presidente della regione Umbria Catiuscia Marini… il Duca riferisce alla Marini di avere le “domande” in vista dello scritto («qui ce so le domande, tra quelle lì… sta tranquilla») che ci sarà dopo cinque giorni e consegna un foglio al segretario del presidente. Uno schema simile si ripropone anche in occasione delle prove pratiche tanto che la presidente della commissione consegna a Duca e Valorosi le tracce in un incontro che gli investigatori documentano il 23 maggio. I due convengono sulla necessità «di far avere le tracce anche a Gianpiero» e di consegnarle a Valentino Valentini (collaboratore della presidente, ndr) «evidentemente perché le consegni alla Marini».

Infine, il 25 maggio, una volta finite le prove, Duca ribadisce alla presidente della commissione esaminatrice «la necessità di portare avanti le persone raccomandate da Bocci da Barberini e dalla Marini e, dunque, di “gonfiare” la valutazione di una delle candidate che… aveva grossi problemi». Per un altro concorso, quello di primario di Anestesia, Duca spiega senza giri di parole: «Ho parlato con l’assessore e gli ho fatto vedé i punteggi…», in un’altra circostanza rassicura una candidata preoccupata per l’imminenza della prova e le dice che vedrà la presidente della commissione: «per qualche consiglio per gli acquisti». In un altro concorso ancora spunta anche un rapporto sessuale tra uno degli indagati e una candidata «dopo averle dato suggerimenti sia sul curriculum sia sulle condotte da assumere dopo la nomina della commissione esaminatrice». Il pm evidenzia come i rapporti amorosi fra i due avvengano a ridosso della prova «senza che vi siano indici apparenti di una relazione sentimentale tra i due indagati», tuttavia il gip ritiene che i due avessero un legame di amicizia precedente e sottolinea come più probabilmente si tratti di «una logica clientelare che sfugge però al delitto ipotizzato», quello cioè di favori sessuali in cambio di .

Nel motivare l’arresto di Barberini e Bocci il gip spiega che entrambi «hanno indicato i soggetti da favorire e hanno ricevuto pronta risposta da parte del direttore generale e direttore amministrativo». «I quali – prosegue il magistrato – hanno garantito loro le comunicazioni di notizie riservate». Il gip poi passa ai dettagli ed elenca «le procedure condizionate dall’assessore regionale alla sanità (Barberini, ndr) per la selezione del personale sono 4; l’allora onorevole nonché sottosegretario all’interno, Bocci, oggi segretario regionale del pd, è intervenuto illecitamente in tre procedure». Infine, si legge nell’ordinanza, «l’abile sfruttamento di un efficiente e solido sistema clientelare (…) convincono della necessità di una misura cautelare di tipo detentivo».


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml