Resta in carcere Francesco Zampaglione, il musicista ex membro dei Tiromancino arrestato venerdì per aver tentato di rapinare una banca a Monteverde. Il fratello del cantante Federico Zampaglione oggi è stato interrogato dal gip Clementina Forleo nel carcere di Regina Coeli dove si trova dopo essere stato fermato dalla polizia. “L’arresto è stato convalidato e la misura confermata”, ha spiegato l’avvocato difensore di Zampaglione, Gabriele Corona, secondo cui il musicista “ha risposto a tutte le domande del gip e sta benissimo”.

in riproduzione….

Zampaglione, 49 anni, nel primo pomeriggio di venerdì ha tentato un colpo in una filiale sulla Circonvallazione Gianicolense, minacciando i dipendenti con una pistola priva del tappo rosso, poi risultata giocattolo. Zampaglione è stato messo in fuga dal cassiere e poi bloccato dagli agenti in una strada limitrofa alla banca.

rep

Prima di fuggire dalla banca, l’uomo avrebbe anche morso il cassiere a un braccio, poi una volta in strada si sarebbe cambiato la maglietta per non farsi riconoscere, ma uno dei presenti lo ha seguito a distanza e ha dato l’allarme al 112. Così è stato bloccato poco dopo dai poliziotti delle Volanti mentre il cassiere rimasto ferito al braccio è stato medicato sul posto dal 118.

in riproduzione….

Francesco Zampaglione ha fatto parte dei Tiromancino per i quali ha scritto, con suo fratello Federico, la musica ed i testi degli album “Alone alieno” e “Rosa spinto” dando vita a un suono che contraddistinguerà il gruppo negli anni a venire. Nel 2000 ha realizzato  “La descrizione di un attimo”.

Il 49enne ha continuato a lavorare in campo musicale e delle arti visive dopo la lite con il fratello maggiore Federico che causò il suo addio ai Tiromancino. Proprio lui, nel settembre 2015, scrisse in un post: “Purtroppo dopo l’ennesima lite furibonda tra me e mio fratello Federico mi trovo a dover rinunciare mio malgrado al proseguimento del Tour”.


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml

Caffeshop