Anche la Marvel “adotta” Riace. La celebre casa editrice di fumetti, che ha dato i natali a supereroi come Spiderman e Iron Man, ha scelto di ambientare nel piccolo borgo calabrese una delle storie contenute il Marvel Comics #1000, l’albo celebrativo dell’ottantesimo compleanno. Mimmo Lucano, lo storico ex sindaco oggi in esilio, non appare fra i protagonisti di “Over Troubled Waters”, ma l’accoglienza dei sopravvissuti al Mediterraneo, che per oltre un decennio è stata la pietra angolare di Riace, è al centro del racconto sceneggiato dalla poetessa e sociologa Eve L. Ewing e disegnato da Jen Bartel.  Protagonista della storia è una bimba africana, accolta a Riace dopo lo sbarco sulle coste calabresi. Traumatizzata, non parla di quanto ha vissuto, non dice nulla di sè e del suo passato. Solo attraverso i disegni, racconta la sua storia di naufraga del nuovo millennio. A salvarla da una barca piccola come un guscio di noce e in balia delle onde è Tempesta, uno dei più iconici personaggi Marvel. Supereroina mutante, nel corso della sua vita adorata addirittura come dea, con il potere di volare e controllare il clima, per giunta in grado di usare le arti magiche dei suoi avi, nell’universo a fumetti della nota casa editrice statunitense, Tempesta è figlia di una principessa kenyota e di un giornalista statunitense.

Traumatizzata dalla guerra in cui ha perso i genitori come la piccola naufraga protagonista della storia contenuta nell’albo anniversario, è lei – racconta disegnando la bimba – a planare sull’imbarcazione alla deriva e a salvarla dalle onde. “So come ti senti, credimi” le dice abbracciandola. Chi la assiste non capisce il disegno, pensa che quella creatura volante sia un angelo, ma nei suoi sogni la piccola protagonista incontra la sua salvatrice. Non è la prima volta che Riace finisce in un albo a fumetti. In passato, la storia del borgo dell’accoglienza era già stata disegnata per tavole, ma è la prima volta che la il piccolo paesino della Locride e lo scottante tema dell’accoglienza diventano protagonisti di un albo a diffusione internazionale. Dove forse si inizia provocatoriamente a suggerire che solo i supereroi  potranno salvare la vita dei profughi abbandonati alla propria sorte nel Mar Mediterraneo.


“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml

Caffeshop