Il sindaco sospeso di Riace, Mimmo Lucano, è stato rinviato a giudizio nell’ambito dell’inchiesta, denominata “Xenia”, sulla gestione dei migranti a Riace. Lucano e le altre 26 persone per le quali é stato chiesto il processo sono accusati di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina ed abuso d’ufficio. 

Durante l’udienza di oggi, come nei  precedenti tre giorni in cui si é svolta l’udienza, Mimmo Lucano non era presente. Lo scorso 2 aprile la Cassazione aveva stabilito che mancano gli indizi e persino le motivazioni per sostenere che Domenico Lucano abbia assegnato in modo illecito l’appalto per la differenziata.

Mimmo Lucano è finito ai domiciliari il 2 ottobre scorso per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e per presunti illeciti nell’affidamento della differenziata a due cooperative sociali del paese,


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml