Rifiuti a Roma, revocato il Cda dell’Ama: “Disservizi e obbiettivi mancati”. Raggi silura Bagnacani


Rifiuti a Roma, revocato il Cda dell'Ama: "Disservizi e obbiettivi mancati". Raggi silura  Bagnacani
Lorenzo Bagnacani (ansa)

Una decina di giorni fa la bocciatura del bilancio e le dimissioni dell’assessora Montanari

Dopo le dimissioni di Pinuccia Montanari, finisce l’era Bagnacani in Ama. La sindaca di Roma Virginia Raggi ha firmato un’ordinanza con cui revoca l’intero consiglio di amministrazione della municipalizzata dei rifiuti di Roma. La decisione è stata comunicata nel corso di una giunta che ha votato una memoria con cui, a quanto si apprende, ha “preso atto” dei disservizi e del mancato raggiungimento da parte della governance degli obiettivi prefissati. Il collegio sindacale sostituirà il Cda per il tempo strettamente necessario alla ricostituzione del consiglio.  Dieci giorni fa la giunta aveva bocciato la proposta di bilancio 2017 della società partecipata dei rifiuti del Campidoglio, con le successive dimissioni dell’ex assessore all’Ambiente Pinuccia Montanari.
 

18 febbraio 2019 – Aggiornato alle





SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml