RIMINI – Si faceva aiutate dalla figlia di 16 anni a spacciare cocaina e a rifornire i clienti. L’uomo e la ragazza sono stati arrestati dalla squadra mobile di Rimini proprio mentre vedevano droga all’interno di una macelleria. Sul bancone del negozio i poliziotti hanno trovato due dosi di cocaina da 0,60 e 0,63 grammi.

La minorenne, in un pacchetto di sigarette, aveva nascosto anche 30 grammi di hascisc. La 16enne che convive col fidanzato teneva in casa la droga per il genitore, tanto che la polizia le ha sequestrato 2,49 grammi, oltre a un bilancino di precisione Il padre 51enne, invece, in casa aveva la riproduzione di una pistola, sprovvista di tappo rosso.


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml

Caffeshop