ROMA – Dalla doppietta rifilata al Porto sono di colpo aumentati i paragoni tra Nicolò Zaniolo e Francesco Totti. Esagerati? Per Di Francesco, che dell’ex capitano è stato compagno di squadra, probabilmente sì: “Della maglia numero 10 a Zaniolo non me ne frega niente. Non valuto in base a quello, è riduttivo e poi c’è ancora tanta strada da fare”, ha spiegato il tecnico giallorosso durante l’inaugurazione della sesta edizione del ‘Corso da Team Manager’ presso l’università Luiss.

“PIEDI PER TERRA” – Di Francesco quindi preferisce non mettere troppa pressione all’ex interista: “Bisogna mantenere il ragazzo con i piedi per terra. La differenza la fa l’equilibrio. Non si smette mai d’imparare, questo vogliamo far passare a Zaniolo”. Intanto testa al posticipo di lunedì contro il Bologna: non ci sarà Karsdorp, ancora alle prese con un problema al flessore. Probabile turno di riposo a De Rossi per non rischiare di perderlo ancora. A centrocampo quindi torna la coppia Nzonzi-Cristante, con Pellegrini qualche metro più avanti a fare il rifinitore dietro l’unica punta che sarà ancora Dzeko: un po’ per scelta perche’ il bosniaco sta attraversando un grande momento di forma, un po’ per costrizione perché Schick è ancora indisponibile.




SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml