ROMA – Adesso non ci sono più dubbi: Paulo Fonseca sarà il prossimo allenatore della Roma. Il club capitolino ha accettato di pagare la clausola rescissoria da due milioni di euro allo Shakhtar Donetsk per liberare il tecnico portoghese: la richiesta iniziale del club ucraino era di cinque milioni, ma grazie alla mediazione dell’agente Marco Abreu è stato possibile chiudere a una cifra inferiore. Fonseca, che al timone dello Shakhtar Donetsk ha vinto il titolo nazionale in Ucraina per tre volte consecutive, è atteso nella Capitale lunedì o addirittura già domenica sera.

Ingaggio più basso

Per venire alla Roma, il lusitano ha acconsentito a firmare un contratto a una cifra leggermente più bassa a quella accettata inizialmente: si legherà infatti ai giallorossi con un contratto triennale a 2,5 milioni di euro a stagione invece dei 3 che erano stati concordati nei giorni scorsi. Dopo aver incassato i rifiuti di Antonio Conte e Gian Piero Gasperini, la Roma spera di poter presentare il nuovo allenatore (l’ottavo della gestione americana) all’inizio della prossima settimana, con l’obiettivo di cominciare a preparare il prima possibile il ritiro estivo: il 25 luglio i giallorossi inizieranno infatti il lungo preliminare di Europa League che li obbligherà quasi sicuramente a rinunciare alla tournèe estiva negli Stati Uniti. 


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml