ROMA – Mentre la squadra lavora sotto il sole di Trigoria nel quinto giorno di ritiro pre-campionato, Gianluca Petrachi continua a muoversi sul mercato per consegnare a Paulo Fonseca la rosa completa in tutti i reparti. Il direttore sportivo giallorosso è tornato alla carica per Leon Bailey, l’esterno 22enne del Bayer Leverkusen che la Roma aveva già provato a prendere senza successo lo scorso anno. Anche stavolta, come era accaduto per i tentativi effettuati da Monchi e Massara, il club tedesco ha sparato alto: per prendere il giovane giamaicano servono 40 milioni. Ecco perché la Roma vorrebbe inserire nella trattativa anche Patrik Schick che in questi due anni non ha convinto e non sembra destinato a trovare grande spazio con Fonseca. Nel frattempo, i dirigenti romanisti hanno fatto un sondaggio con il Milan per Suso, anche lui accostato alla Roma lo scorso anno, ma senza aver parlato ancora di cifre o eventuali contropartite. In difesa, invece, non si registrano grandi novità rispetto ai giorni scorsi nella trattativa per Alderweireld: c’è ancora distanza infatti tra la richiesta degli inglesi, che per il belga vogliono 20 milioni, e l’offerta della Roma che supera di poco i 10 milioni. È molto più probabile, allora, che vada in porto in breve l’affare con l’Atalanta per Gianluca Mancini. L’operazione per il centrale di 23 anni dovrebbe chiudersi nei prossimi giorni e si articolerà in un prestito con obbligo di riscatto per una cifra totale di 20 milioni più bonus. 

Perotti: “Voglio ripartire da zero. Di Fonseca mi ha colpito subito la sincerità”

In attesa che finisca la prima settimana di lavoro a Trigoria agli ordini di Paulo Fonseca, Diego Perotti ha parlato del suo futuro nella Roma. In un’intervista alla tv ufficiale del club, l’attaccante argentino ha, di fatto, allontanato ogni possibile voce su una sua cessione in estate, ribadendo la voglia di tornare protagonista dopo un’annata deludente. “Voglio fare molto meglio rispetto all’anno scorso, vorrei ricominciare da zero perché la stagione scorsa non ho quasi potuto mai giocare quindi affronto questo ritiro con tanta voglia – ha commentato Perotti a Roma Tv -. Fonseca? Del mister quello che mi ha colpito di più è la sincerità con cui ha parlato sia in conferenza stampa sia con noi, ovviamente quello che ci ha detto non lo racconterò mai perché quello rimane dentro lo spogliatoio. Ma è una persona molto sincera e onesta che arriva da una buona squadra con cui ha vinto tanto quindi ha quell’esperienza che magari ci può aiutare a vincere qualcosa. L’Europa League? È uno degli obiettivi che vogliamo vincere. Non sarà semplice, non ci sono squadre scarse ma non è un trofeo che lo vince qualunque squadra. Dobbiamo capire che cosa vuole il mister, dobbiamo rifare una mentalità e dobbiamo essere più a disposizione perché non parla la lingua. C’è tanta strada da fare, ma speriamo di portare un trofeo a casa”.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml