ROMA – La Roma ha ufficialmente trovato il suo nuovo portiere. Si tratta di Pau Lopez, 24enne del Betis Siviglia cresciuto nelle giovanili dell’Espanyol che nella Capitale prenderà il posto di Robin Olsen, protagonista quest’anno di un finale di stagione deludente. La Roma ha trovato l’accordo con il Betis Siviglia nella notte: al club andaluso andranno 20 milioni più altri 7 derivanti dalla percentuale sulla futura rivendita dell’attaccante paraguaiano Antonio Sanabria. Pau Lopez, che per accasarsi alla Roma ha rinunciato a una leggera riduzione dell’ingaggio, firmerà un contratto di cinque anni da circa due milioni di euro a stagione. Il suo arrivo nella Capitale è previsto per lunedì, in questo modo lo spagnolo dovrebbe essere a disposizione di Paulo Fonseca per il 9 luglio, giorno in cui la squadra giallorossa si ritroverà a Trigoria per iniziare la preparazione estiva. Era dunque lui il giocatore che Petrachi aveva in pugno e di cui aveva parlato ieri nella sua conferenza stampa di presentazione: “Sto cercando di chiudere per un giocatore entro la giornata”, aveva rivelato il direttore sportivo capitolino durante la presentazione alla stampa a Trigoria. La Roma aveva iniziato la ricerca del nuovo portiere già nei mesi scorsi, inizialmente aveva avviato i contatti con il Torino per  Salvatore Sirigu e la Juve le aveva proposto Mattia Perin. Poi però Petrachi ha deciso di puntare tutto sullo spagnolo che, se le cifre fossero confermate, diventerebbe il portiere più caro dell’era americana. Ora la società giallorossa dovrà decidere il futuro di Olsen, che ha molte offerte dall’estero, in particolar modo dalla Premier League.

Ormai non ci sono più dubbi: la Roma è pronta a dare l’assalto a Gonzalo Higuain. Le parole pronunciate ieri da Gianluca Petrachi in conferenza stampa (“È un attaccante eccezionale, ci farebbe assai comodo e la Roma è perfetta per uno come lui”) hanno confermato l’interesse sempre più vivo del club giallorosso per l’attaccante argentino, che alla Juventus è destinato a rimanere schiacciato dalla concorrenza di sua eccellenza Cristiano Ronaldo, di Mandzukic, Dybala e addirittura di Mauro Icardi qualora quest’ultimo sbarcasse alla corte di Maurizio Sarri. Ecco perché, come la Roma, anche la Juventus in queste ore si sta rimboccando le maniche per trovare una sistemazione al Pipita, intavolando una trattativa con i dirigenti romanisti che hanno bisogno di trovare un sostituto all’altezza di Edin Dzeko. La questione non si risolverà in tempi brevissimi, anche perché Petrachi sulle possibilità che il bosniaco raggiunga finalmente Antonio Conte all’Inter è stato chiaro: la Roma non ha urgenza di venderlo, “non si farà strozzare” da club nerazzurro e di conseguenza non accetterà offerte al ribasso. Dall’altro lato, però, i nodi che separano Higuain dalla Capitale sono essenzialmente due. Il primo è legato allo stipendio: il Pipita, per poter diventare un giocatore di Paolo Fonseca, deve infatti trovare un modo per spalmare i 9 milioni che, per contratto, percepirà dal club di Agnelli per i prossimi due anni. La Roma ha già fatto la sua proposta: è disposta a offrirgli 4,5 milioni a stagione per quattro anni. Per la formula di acquisto, l’idea di Petrachi si tradurrebbe in un prestito oneroso intorno ai 9 milioni con diritto di riscatto fissato a 27 milioni ma è ancora prematuro parlare di cifre. L’altro scoglio è legato alla volontà del giocatore che finora ha puntato i piedi rifiutando qualsiasi destinazione che non fosse la Juventus. Una risoluzione in tal senso arriverà solo quando il Pipita riceverà da Maurizio Sarri l’ufficialità che non rientra nei suoi piani, convincendolo in tal modo della necessità di trovarsi una sistemazione. Sullo sfondo, rimane vivo l’interesse della Juventus per Nicolò Zaniolo, che ieri è stato bacchettato pubblicamente da Petrachi e che però la Roma non è intenzionata a vendere. Almeno non quest’anno. 
 
Nel frattempo dalla Spagna arrivano indiscrezioni secondo cui il club di Pallotta avrebbe messo gli occhi su Mariano Diaz, il 26enne attaccante spagnolo di origini domenicane che milita nel Real Madrid. Secondo il quotidiano madrileno AS, sempre molto ben informato sulle vicende della Casa Blanca, la Roma è l’ultimo club europeo ad aver preso contatti per il centravanti su cui Zidane non intende puntare la prossima stagione. I giallorossi, a cui Mariano Diaz ha curiosamente segnato il suo primo gol dopo il ritorno a Madrid, nel match di Champions del 19 settembre scorso, starebbero spingendo per un prestito, mentre il Real preferirebbe una cessione a titolo definitivo così da poter reinvestire i proventi sul vero colpo dell’estate: Paul Pogba.  
 
 


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml