ROMA – “Il mio compito è quello del farmacista: valutare bene chi gioca all’inizio e chi può subentrare, ricordando che ho solo tre cambi da fare. Under, Pastore e Pellegrini sono a disposizione, tra virgolette”. Lo ha detto il tecnico della Roma, Claudio Ranieri, alla vigilia della sfida dell’Olimpico contro la Fiorentina. “Mi auguro che queste sconfitte siano la benzina che ti fa reagire – ha detto in conferenza stampa l’allenatore il dei giallorossi, reduci dai ko con Spal e Napoli – Dzeko e Schick? Uno dei due potrebbe finire in panchina. Dzeko ha avuto un versamento all’anca nell’ultima partita, devo vedere come sta e poi valuterò”.

“Sto pensando 25 ore al giorno a come aiutare la squadra”, ha contunuato Spalletti. “Non ho sentito Pallotta dopo Napoli. Questa è una squadra che sta vivendo un momento particolare, voglio degli uomini che sappiano reagire alle avversità e aiutarsi reciprocamente. De Rossi? Ci penserà lui a cosa fare quando smetterà. Totti avrà un ruolo più importante? Francesco è già un punto di riferimento per me e i giocatori, sarà poi la società a decidere l’ambito in cui opererà”.

 


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml