ROMA – L’Udinese è “l’avversaria più difficile che potevamo incontrare in questo momento”: Così il tecnico della Roma Claudio Ranieri in conferenza stampa a due giorni dalla sfida dell’Olimpico contro i friulani, rivitalizzati dalla cura Tudor. L’Udinese “è caparbia, si chiude e riparte in contropiede. Sono molto preoccupato, dovremo essere lucidi, pazienti e attenti”.

A Ranieri non basta l’impegno dei giocatori in campo: “Chiedo aiuto al pubblico, ci deve stare vicino, capire che è una partita fondamentale per noi. La Champions sta là, ci vogliamo andare, abbiamo bisogno del nostro pubblico”.

Le scelte di formazione, niente due punte

“Le mie energie sono tutte sulla partita contro l’Udinese, il passato non conta”, dice Ranieri. “Dobbiamo avere coraggio e essere pazienti senza farci prendere dalla smania sennò faremo il gioco dell’Udinese. Loro vogliono che la Roma giochi con 2 attaccanti, io amo giocare con due attaccanti, ma credo che sceglierò uno fra Dzeko e Schick”. “Quel che è stato è stato -ha detto Ranieri, in risposta a chi gli chiedeva un confronto fra la Roma che eliminò il Barcellona un anno fa e quella di oggi – E’ importante quel che verrà. I tifosi si aspettano da noi una prova di determinazione e qualità, dobbiamo mostrare la voglia di vincere e andare in Europa. Ci sono molte squadre che stanno lottando”.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml