Omicidio a Monte Compatri, alle porte di Roma. Un cittadino romeno di 49 anni è stato ucciso con pugni e bastonate da un connazionale durante una lite ieri notte in un’abitazione di campagna. A dare l’allarme un altro romeno che avrebbe raccontato di aver assistito all’aggressione. Sul posto i carabinieri del Nucleo investigativo di Frascati per i rilievi e del Nucleo operativo radiomobile di Frascati. Nella giornata di ieri i carabinieri hanno fermato in uno stabile occupato il presunto responsabile. Si tratta di un romeno di 47 anni che viveva nell’abitazione di campagna con la vittima. L’uomo è stato portato nel carcere di Velletri. Sequestrato anche un bastone di ferro utilizzato durante l’aggressione.

 Secondo quanto ricostruito dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Frascati, la vittima, un romeno di 49 anni, viveva nella casa di Via Santa Maria La Quinta, a Montecompatri, insieme con altri connazionali. A chiamare il 112 è stato infatti un altro romeno che aveva assistito alla lite. In base al suo racconto, l’uomo fermato avrebbe prima dato un pugno in faccia al connazionale e poi lo avrebbe colpito più volte con una spranga alla testa. Infine sarebbe fuggito.

La lite sarebbe scoppiata per futili motivi e non era la prima volta che nella casa, dove vivono diversi romeni, si scatenavano contrasti.
Quando i carabinieri della stazione di Colonna, intervenuti sul posto per primi, sono arrivati nella casa hanno trovato a terra il corpo senza vita del 49enne. Subito sono scattate le ricerche, a cui hanno partecipato anche i militari del Norm, e ieri mattina è stato rintracciato il 47enne, che è stato quindi fermato per omicidio.

 


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml