GENOVA –  “Le critiche arrivate dopo il Frosinone sono giuste e vanno accettate perché arrivano dopo una sconfitta non preventivabile, che ci ha fatto male. Ora però bisogna voltare pagina per ripartire con il giusto entusiasmo”. Ripartire dopo la battuta d’arresto di Marassi e fare una partita di livello a San Siro dove domani la Sampdoria affronterà l’Inter, è quanto si aspetta il tecnico dei doriani, Marco Giampaolo.

“L’Inter è una squadra forte, molto forte -prosegue il mister in conferenza stampa-. Primeggia in quasi tutte le statistiche che ogni settimana vengono diramate. Hanno un motore fisico diverso dagli altri. Sono strutturati per competere con le più forti, con chi ha dettato legge in Italia negli ultimi anni. Anche se a volte si prendono qualche pausa. Abbiamo però l’obbligo di riscattarci nel risultato, non tanto dell’andata, quanto di domenica, una sconfitta dettata da scelte sbagliate sul piano tecnico. Troppi errori sulla singola giocata, che poi hanno pesato. Anche se l’intensità e l’approccio sono stati quelli giusti”.

“Sconfitte come quella di domenica scorsa non pesano solo al tifoso, all’addetto ai lavori, ma anche ai calciatori. Quello 0-1 aveva lasciato qualche scoria, bisogna in qualche modo imparare a fregarsene. Per questo domani voglio una squadra sbarazzina, senza tarli, che vada a giocarsi la sua partita seppur contro un avversario di grande valore”, conclude Giampaolo.
 




SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml