CAGLIARI – Il viaggio su un barchino per raggiungere la Sardegna di un gruppo di algerini si è trasformato in tragedia. Tre migranti sono stati soccorsi, il cadavere di un giovane è stato ripescato in mare e si sospetta che in acqua ci siano ancora altri dispersi. Sarebbero stati almeno 13 a bordo, secondo quanto hanno riferito i migranti salvati. L’imbarcazione è naufragata al largo dell’Isola del Toro, vicino a Sant’Antioco, sulla costa sud occidentale dell’isola. Oltre al cadavere recuperato in mare, dunque, vi sarebbero almeno nove  dispersi. C’è stata una avaria e secondo quanto dichiarato dai tre alla Capitaneria di porto alcuni dei migranti si sono tuffati in mare, mentre i tre sono rimasti sul barchino. In corso le ricerche in mare da parte di Guardia costiera e Guardia di finanza, mentre a terra stanno lavorando carabinieri e polizia.
L’allarme, secondo quanto si e’ appreso, è scattato ieri quando i migranti in difficoltà al largo delle coste sarde hanno chiamato il 112. A quel punto è partita l’operazione di soccorso che ha visto impegnate diverse motovedette ed elicotteri. Nel pomeriggio di oggi è stato avvistato il barchino in difficoltà a nord-overt dell’Isola del Toro e subito dopo è stato trovato il corpo senza vita.

 


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml