ROMA. Effetto Greta in tutta Italia. Oggi si svolgeranno #climatestrike in tante città italiane, seguendo l’esempio di Greta Thunberg, la sedicenne di Stoccolma con la sindrome di Asperger che ha lasciato la scuola per qualche giorno – lei lo definisce un vero e proprio sciopero – per piazzarsi davanti al Parlamento svedese e protestare contro la mancanza di azione rispetto al cambiamento climatico che minaccia il pianeta. Alcuni dei suoi insegnanti la sostengono, i genitori raccontano di essresi trovati di fronte a una situazione imprevista, e mentre le chiedono di tornare a scuola, leggono con lei tutti i libri sul riscaldamento globale. Greta intanto è diventata vegetariana, convincendo la sua famiglia a seguirla, e non prende più l’aereo per alleggerire la sua “impronta ecologica”. Ormai è un attivista a tutti gli effetti e come una sorta di ambasciatrice del clima parla nei forum internazionali. Un settimana fa ha preso la parola a Davos – dopo 32 ore di treno – al Forum economico mondiale. Il suo slogan è: “La nostra casa è in fiamme”.

in riproduzione….

Ora Greta è diventato un esempio anche da noi. E anche in Italia da alcune settimana ragazze e ragazzi, senza bandiere di partito, si ritrovano in piazza ogni venerdì, guidati dagli hashtag #FridaysForFuture e #ClimateStrike.

Ecco gli appuntamenti di oggi, città per città.
Roma – ore 14.45 davanti a Montecitorio
Pisa – ore 9.00 davanti al Municipio
Milano – ore 12,30 davanti Palazzo Marino
Brescia – ore 12,30 Piazza della Loggia
Bologna – ore 13, davanti Palazzo D’Accursio, Piazza Maggiore
Venezia – ore 13, Via Forte Marghera, 191
Torino – ore 15, Piazza castello
Genova – ore 17 in Piazza Deferrari
Taranto – alle 20.30 in piazza della Vittoria.


La Repubblica si fonda sui lettori come te, che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il sito o si abbonano a Rep:. È con il vostro contributo che ogni giorno facciamo sentire più forte la voce del giornalismo e la voce di Repubblica.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml