Uno sciame sismico è stato registrato questa mattina sul Vesuvio. La sequenza principale è stata caratterizzata da tre scosse, la più importante stimata in una magnitudo di 1,8, con l’ipocentro a una profondità di 1,67 chilometri.

Secondo quanto riferisce l’Osservatorio Vesuviano, sono in atto altre scosse di minore entità. In un paio di comuni che si trovano sulle pendici del vulcano i cittadini hanno avvertito la lievisisma scossa e sono scesi in strada. Al momento non si registrano danni.

“I terremoti che si stanno verificando in questi giorni sul Vesuvio rientrano nella normale attività del vulcano che attualmente è in un livello di allerta ‘base’: questo significa che nessuno dei parametri monitorati è anomalo”. Lo sottolinea il direttore dell’Osservatorio Vesuviano Francesca Bianco che invita i cittadini a non (rpt. non) cedere agli allarmismi che si stanno diffondendo sui social.

“Da quando la rete di monitoraggio è attiva si sono sempre alternati periodi di maggiore sismicità con periodi in cui la sismicità è invece minore”, spiega la direttrice dell’Osservatorio la quale tiene a precisare che questo non costituisce alcuna anomalia. “I dati di tutte le reti di monitoraggio che attualmente ci sono nell’area vulcanica non indicano nessun cambiamento di stato”


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml