TREVISO – “Proponiamo giochi per le nostre bellissime e simpaticissime clienti. Vuoi il numero del barista? Ordina 5 shot. Baci il barista? Vinci 5 shot». Poi, i dettagli: “Se fai vedere il seno e hai la prima uno shot, se hai la quinta 5 shot e l’applauso dei presenti”. Il cartello esposto in un bar di Treviso (“non un locale normale”, si legge) invita le clienti a partecipare al “gioco”. La proposta è ”commisurata” alla taglia di reggiseno: più è alta, più si “vincono” superalcolici a costo zero. Il premio per chi si presta è in ”shottini”. L’annuncio è finito sui social dopo che Andrea Sales, psicologo e psicoterapeuta, lo ha letto nel bar dove per una pausa pranzo.

“Penso a quanto stiamo cadendo in basso – commenta Sales sulla sua pagina, dove lo seguono in 12mila -. La squalifica per la donna è disarmante, misurata addirittura per disponibilità sessuale. E pensa pure di essere simpatico, c’è una forma di violenza così sottile da diventare uno stupro lento e continuato. Dobbiamo ribellarci”. Tanti i post che esprimono sdegno, rabbia e rammarico. “Da denuncia”, “Andrebbe chiuso”.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica




SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml

Caffeshop