ROMA – La 117esima edizione della Serie A va in archivio con 1019 gol segnati, due in più della stagione 2017/18. Curiosa la distribuzione: nei secondi tempi si sono segnate il 57.9% delle reti totali (590), mentre nei primi 45 minuti i gol sono stati “soltanto” 429. Tra le 1019 reti segnate, 97 sono arrivate su calcio di rigore. Gli errori dal dischetto, invece, sono stati 25, per una percentuale realizzativa del 79.5%. La regina degli 11 metri è la Sampdoria, con 10 penalty realizzati, 9 dei quali da Fabio Quagliarella, capocannoniere della Serie A con 26 reti. Restando nell’ambito delle palle inattive, i gol totali sono stati 123, di cui 20 su punizione diretta. Il miglior attacco è stato quello dell’Atalanta con 77 reti, anche se a tirare di più è stato il Napoli (550, di cui 292 nello specchio della porta). La squadra di Ancelotti detiene anche il primato di occasioni da gol create (327) e possesso palla (30’46” di media a partita). L’Inter è invece prima per calci d’angolo (301) e cross fatti (402).

I giocatori impiegati sono stati 543, di 61 nazionalità diverse. I cartellini rossi estratti dai direttori di gara 90. La Juventus campione d’Italia è prima sia per vittorie in casa (15) che in trasferta (13), mentre la Fiorentina è stata la squadra che ha pareggiato più di tutte, ben 17. A livello fisico, chi ha corso di più è stato il Chievo che ha chiuso ultima in classifica, ma l’Atalanta ha il primato per distanza percorsa ad alta velocità dai propri calciatori.

Tra i singoli, non stupisce che sia stato Cristiano Ronaldo a cercare più spesso la via del gol: 131 i tiri totali del portoghese, che ha chiuso con 21 reti in campionato. Il miglior assistman è stato invece il Papu Gomez (12). Il più rapido a trovare la via del gol è stato Caputo dopo 18 secondi in Sassuolo-Empoli, mentre il più prolifico in un singolo match Duvan Zapata, autore di un poker in Frosinone-Atalanta 0-5. Brozovic è il giocatore col maggior numero di chilometri percorsi (11,864 a partita), mentre al portiere del Cagliari Cragno, che ha effettuato il maggior numero di parate (164), va il titolo di stakanovista: è stato in campo per 3671 minuti.

Per quanto riguarda gli spettatori, il record di pubblico allo stadio appartiene al derby Inter-Milan della nona giornata: sugli spalti del Meazza erano presenti in 78.275. In tv, la partita più seguita è stata Milan-Juventus della dodicesima giornata, con 2.771.565 spettatori.
 
 
 


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml