ROMA – Salernitana e Lecce sfruttano il fattore campo e non mancano l’appuntamento con la vittoria nella decima giornata di serie B, facendo un bel balzo in classifica. Il successo sul Livorno frutta ai campani il terzo posto in condominio con il Verona, mentre i salentini volano al quinto grazie alla vittoria di misura sul Crotone.
 
SALERNITANA-LIVORNO 3-1
La Salernitana si impone nettamente ai danni del Livorno e si attesta nei quartieri alti della classifica. Il ko dell’Arechi relega, invece, gli uomini di Lucarelli all’ultimo posto in classifica in condominio con il Carpi. Gli ospiti iniziano bene la gara e nella prima mezz’ora creano più di un’apprensione alla difesa campana. Nel momento migliore dei labronici, però, i padroni di casa sbloccano il risultato con Bocalon che al 31′, sugli sviluppi di un’azione d’angolo, trafigge sotto misura Mazzoni. Da questo momento la Salernitana prende in mano le redini del gioco legittimando il vantaggio. La conferma che l’inerzia del match è cambiata arriva al 61′, quando gli uomini di Colantuono raddoppiano grazie alla punizione di Pucino. Il guizzo toscano arriva a 75′, con Matteo Di Gennaro che trova lo spiraglio giusto per infilare Micai e riaprire i giochi. Allo scadere ci pensa ancora Bocalon a ristabilire le distanze con un colpo di testa vincente.
SALERNITANA (3-4-1-2): Micai; Mantovani, Migliorini (1′ st Casasola), Gigliotti; D. Anderson, Castiglia (14′ st Odjer), Di Tacchio, Pucino; Di Gennaro (41′ st Palumbo sv); Jallow, Bocalon. In panchina: Vannucchi, Vitale, Mazzarani, Bellomo, A.Anderson, Djuric, Orlando, Vultetich, Lazzari. Allenatore: Colantuono.
LIVORNO (3-5-2): Mazzoni; Gonnelli (23′ st Murilo), Di Gennaro M., Albertazzi; Fazzi, Valiani, Bruno (33′ st Kozak), Rocca (12′ st Diamanti), Iachipino; Maiorino, Raicevic. In panchina: Zima, Dainelli, Gasparro, Pedrelli, Murilo, Soumaoro, Porcino, Parisi, Maicon, Agazzi. Allenatore: Lucarelli.
ARBITRO: Rapuano di Rimini.
RETI: 31′ pt Bocalon; 16′ st Pucino; 30′ st Di Gennaro M.; 43′ st Bocalon.
NOTE – Serata autunnale, campo in ottime condizioni. Spettatori 8100 compresa la quota abbonati. Incasso non comunicato. Una decina di sostenitori del Livorno in Curva Nord. Ammoniti: Bruno, Maiorino, Fazzi, Di Gennaro D. Angoli: 7-3. Recuperi: 0′ pt; 5′ st.
 
LECCE-CROTONE 1-0
Il Lecce batte il Crotone 1-0 e conquista una vittoria che lo proietta in piena zona playoff, a quota 16 punti. I calabresi del traghettatore Moschella, in attesa dell’arrivo di Oddo, incassano invece un ko che li arena a centro classifica. Parte meglio il Crotone che con Simy (6′ e 19′) sfiora per due volte il vantaggio, ma Vigorito riesce a rimediare. Gli ospiti al 28′ perdono per infortunio Marchizza rilevato da Golemic che, suo malgrado, al 36′ si rende sfortunato protagonista del vantaggio leccese. Tabanelli avvia l’azione, manca l’intervento Martella e Golemic devia con il braccio nella propria porta il tiro-cross di Venuti. Il Crotone prova a impattare nuovamente la gara ma Vigorito, ancora una volta protagonista, si oppone con un’acrobatica deviazione alla conclusione di Rohden. Nella ripresa si riparte con gli stessi schieramenti e il Crotone comincia a cercare con insistenza la porta giallorossa. Al 51′ Faraoni scheggia il palo con un gran tiro da fuori area, mentre al 60′ è clamorosa l’occasione per i pitagorici. Vigorito sbaglia il rinvio, Simy intercetta col ginocchio il pallone che sembra entrare in porta, ma lo stesso portiere con un salvataggio che ha del miracoloso rimedia al suo errore. Nel finale Palombi sfiora il raddoppio colpendo il palo, ma la sostanza non cambia: i tre punti vanno al Lecce.
LECCE (4-3-1-2): Vigorito; Venuti, Meccariello, Marino, Calderoni; Tabanelli, Arrigoni, Petriccione; Mancosu (38′ st Haye); Palombi, La Mantia (18′ st. Pettinari). u’ In panchina: Bleve, Di Matteo, Lepore, Torromino, Haye, Dubickas, Tsonev, Fiamozzi, Armellino, Milli, Cosenza. Allenatore: Liverani.
CROTONE: (4-3-1-2):Cordaz; Martella, Sampirisi, Valsanen, Faraoni (18′ st. Crociata); Marchizza (27′ pt. Golemic), Barberis, Rohden; Stojan; Firenze (18′ st. Budimir), Simy. In panchina: Festa, Figliuzzi, Cuomo, Curado, Zanellato, Molina, Aristoteles, Valieti, Spinelli,. Allenatore: Moschella.
ARBITRO: Fourneau di Roma
RETE: 36′ pt Venuti.
NOTE – Serata piovosa, terreno di gioco in discrete condizioni e leggermente allentato. Spettatori 8.952 (presenti anche un centinaio di tifosi calabresi) per un incasso totale di 81.437 euro. Ammoniti: Cordaz, Venuti, Haye, Golemic. Angoli: 4-8. Recupero: 3’/3′.

Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml