ROMA – Un gol di Finotto condanna la capolista Brescia a un inaspettato ko casalingo contro il Cittadella nella 27/a giornata di Serie B. I lombardi, alla terza sconfitta in campionato, restano comunque al comando a quota 47, mentre il Cittadella sale a 36 punti. Il Palermo torna alla vittoria (2-1) a spese del Lecce e scavalca momentaneamente il Benevento, impegnato nel posticipo di lunedì sera a Livorno. Il Carpi viene fermato sull’1-1 dall’Ascoli in un match amaro per i padroni di casa per un evidente torto arbitrale. Termina 0-0 lo scontro diretto per la salvezza tra Padova e Crotone.

BRESCIA-CITTADELLA 0-1
Si ferma in casa e a quota 13 la striscia di risultati utili del Brescia. Fatale il gol del Cittadella di Finotto siglato nella prima parte di gara. Una rete che alla fine decide la sfida tra i veneti e i lombardi. Grande prestazione degli uomini di Venturato capaci di mettere sotto la capolista e portare così a due le vittorie consecutive dopo tre stop di fila. Agile, scattante, maggiormente reattiva ma soprattutto cinica la formazione veneta conquista meritatamente il successo. Per il Brescia una battuta d’arresto che fa pensare con l’attacco rimasto a secco e una difesa che subisce sempre gol.

PALERMO-LECCE 2-1
Sessantacinque giorni dopo l’ultimo successo in casa, il Palermo torna a vincere al Barbera battendo 2-1 il Lecce. Ai salentini vanno gli applausi per il bel gioco espresso, mentre ai rosa 3 punti preziosi nella lotta per la promozione. Al primo affondo il Palermo passa in vantaggio: e’ Trajkovski a firmare l’1-0 al 4′ con un tiro non irresistibile dal limite dell’area. La formazione di Liverani e’ impeccabile nella manovra, ma poco concreta. Al 44′ il pareggio sembra cosa fatta, ma Brignoli (il migliore in campo) smanaccia sul palo una conclusione al volo di La Mantia. In avvio di ripresa il Palermo raddoppia con Puscas che sfrutta in velo di Chochev per ritrovarsi solo in area: gran tiro e gol del 2-0. Il Lecce si smarrisce, svegliandosi soltanto nel recupero. Al 48′ Tabanelli, entrato nel secondo tempo al posto di Haye, accorcia le distanze con una conclusione di esterno destro al volo, ma e’ troppo tardi per riaprire la partita.

CARPI-ASCOLI 1-1
Un pareggio amaro per il Carpi quello casalingo contro l’Ascoli, dopo un torto arbitrale che lascia gli emiliani restano penultimi. La gara si accende al 6′ quando Arrighini trova l’1-0 ma l’incerto arbitro Rapuano annulla per un contatto con Laverone. L’Ascoli si vede con un bolide di Addae di poco fuori, poi Mustacchio impegna Milinkovic Savic. Il Carpi reclama ancora due volte (mano di Brosco e spinta ancora del difensore su Marsura, sempre in area), ma sono gli ospiti a passare prima del riposo: Beretta si beve Sabbione e centra per Ngombo che anticipa Kresic da due passi. Prima del riposo Arrighini non trova la palla su lancio invitante di Coulibaly. Nella ripresa una magia di tacco di Poli sulla punizione di Jelenic vale l’immediato pareggio. L’Ascoli può tornare subito avanti con Ngombo che si divora un contropiede nato da una palla persa da Pasciuti. Poi Piscitelli è bravo su Beretta e Kresic salva due mischie pericolose. Al 34′ l’episodio che poteva cambiare la gara: Concas centra per Arrighini che insacca indisturbato, ma clamorosamente Rapuano annulla per un offside inesistente dell’attaccante, su errata segnalazione di Opromolla. Nel finale Ganz rifila una manata a Rolando lasciando l’Ascoli in dieci, ma Arrighini per due volte su sponda di Concas spara alto la palla della vittoria.

PADOVA-CROTONE 0-0
Lo scontro diretto per la salvezza tra Padova e Crotone finisce 0-0. La formazione di casa ci ha provato fino alla fine a vincere, e ai punti avrebbe meritato, ma ancora una volta si è mostrata troppo sterile in attacco. Nel primo tempo Cappelletti si è divorato il gol del vantaggio, poi nella ripresa una volta che il Crotone è rimasto in 10 (espulso Sampirisi al 12′), il Padova ha attaccato a testa bassa, ma sia Mbakogu che Cocco si sono mostrati troppo imprecisi. I biancoscudati restano così ultimi a tre punti di distacco dalla zona playout, occupata proprio dai calabresi.




SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml