PALERMO-PESCARA 3-0 – Palermo capolista solitario grazie alla vittoria per 3-0 contro il Pescara nel posticipo serale della Serie B. Ai rosanero riesce il sorpasso per effetto dei gol di Puscas nel primo tempo, Murawski e Moreo nella ripresa. Stellone varia un 4-4-2 molto offensivo con Nestorovski e Puscas in attacco, Falletti e Trajkovski sulle fasce. Il Pescara è costretto a difendersi e non riesce a rendersi pericoloso. L’unica occasione per gli abruzzesi arriva al 25′ da fuori con Campagnaro che costringe Brignoli alla deviazione. Per il resto è solo Palermo con l’unica pecca della mancanza di  precisione. Ma al 37′ Puscas non può sbagliare, imbeccato in posizione centrale dentro l’area da un passaggio di Haas. Nel secondo tempo Pillon sostituisce Antonucci con Monachello e Del Sole per Marras, ma al 22′ è Trajkovski ad avere la palla buona per il raddoppio: Fiorillo chiude lo specchio della porta. Stellone alla mezz’ora sostituisce Falletti con Murawski, poi Puscas con Moreo. Gli abruzzesi riescono solo a collezionare corner, mentre i rosanero sprecano tante ripartenze. Al 42′ è Murawski a siglare il 2-0 con un tiro da fuori alla destra di Fiorillo. Di Moreo un minuto dopo il gol del 3-0.

BRESCIA-VERONA 4-2
La squadra di Corini annichilisce senza pietà la resistenza dell’undici di Grosso, contestata dai propri sostenitori prima e dopo la sfida del Rigamonti. Tifosi in estasi per una squadra che agguanta il nono risultato utile consecutivo con una media da promozione. Brescia padrone del campo sin dall’avvio con Donnarumma a sciupare il vantaggio al 17′. Ma al 38′ la squadra di casa trovava il vantaggio: lancio lungo per Torregrossa, sponda per Donnarumma che si inserisce alla perfezione in area di rigore e con la solita freddezza non sbaglia. Brescia che raddoppia al 44′: punizione missile di Sandro Tonali, fresco di convocazione in Nazionale maggiore e palla nell’angolino con Silvestri che può solo guardare la perla del gioiello classe 2000 infilarsi nell’angolino. Il Verona rialza la testa nella ripresa con Caracciolo al 5′, in gol su azione d’angolo. Ma le Rondinelle non ci stanno e Donnarumma allunga ancora le distanze mettendo in porta nell’angolino una conclusione precisa e potente. Ma non è finita qui: al 23′ della ripresa Torregrossa pesca il jolly all’incrocio dei pali per il 4-1. Nel finale Pazzini rende meno amaro il punteggio sul 4-2. Un derby fortunatamente tranquillo anche dal punto di vista dell’ordine pubblico.

CITTADELLA-VENEZIA 3-2
Tante emozioni anche al Tombolato. Inizio di gara ricco di emozioni. Gli arancvioneroverdi di Walter Zenga giocano di rimessa e all’11’ sbloccano il risultato su rigore, concesso per fallo su Vrioni commesso da Paleari in uscita. La trasformazione di Bentivoglio è impeccabile. Ma il vantaggio dura poco perché al 16′ una bella azione di Settembrini dà lo spunto a Finotto per ottenere il pareggio. Bel gol in girata al volo. Dopo due minuti però Drudi combina la frittata con un autogol clamoroso. Il Venezia di nuovo in vantaggio e il Cittadella costretto a rincorrere. L’assedio dei granata dura un’ora abbondante e solo le parate di Vicario impediscono il pareggio. Nulla può l’estremo veneziano ancora su Finotto al 27′ della ripresa dopo una mischia furibonda in area. Il sorpasso si completa al 38′ ancora con Finotto abile a fuggire in contropiede e mette in rete in diagonale. Cittadella ora quarto a 19 con il Lecce, Venezia fermo a 12. A fine gara grande entusiasmo per Finotto: ”Ci abbiamo sempre creduto, siamo stati bravi a crederci e non mollare mai. E’ una giornata da ricordare, spero succeda altre volte. E’ un’emozione grandissima, penso subito alla prossima partita e non voglio accontentarmi. Dedica? Per me stesso, me lo meritavo, dobbiamo continuare così”.


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml