ROMA – La capolista Verona cade in casa della Salernitana, che vola in piena zona playoff, e vede a rischio il primato in classifica. Finisce, invece, senza vincitori né vinti la sfida d’alta quota tra Lecce e Cittadella. Ad approfittarne per accorciare in classifica è lo Spezia, vittorioso in rimonta 2-1 sul Carpi e salito a quota 9 punti in classifica. Sono questi i verdetti delle gare valide per la sesta giornata di serie B, aperta dal pareggio in pieno recupero raggiunto dal Crotone contro il Brescia.
 
SALERNITANA-VERONA 1-0
Cinica e spietata, la Salernitana batte 1-0 la capolista Verona, che adesso rischia di subire il sorpasso ad opera del Pescara. I granata sfruttano l’unica conclusione in porta per raggiungere il massimo risultato contro gli scaligeri, al primo ko stagionale. Al Verona capitano le occasioni migliori per sbloccare la gara, ad iniziare dal 7′ quando Matos con un diagonale dalla sinistra sfiora il vantaggio. I padroni di casa rispondono al 20′, con Jallow che serve Odjer, la cui conclusione dalla distanza sibila di poco sulla traversa della porta di Silvestri, ma l’Hellas continua a dimostrarsi più intraprendente. La situazione non cambia nella ripresa, con gli scaligeri che denotano anche una buona organizzazione di gioco, ma a sorpresa cambia il risultato in favore della Salernitana, grazie a un’azione di prima fra Casasola e Vuletich, con Jallow a chiudere il conto di testa. La risposta di Laribi, sassata dalla distanza al 30′, trova un attento Micai alla respinta. Il portiere dei campani si supera al 40′ su Matos e regala ai suoi tre punti d’oro.
 
LECCE-CITTADELLA 1-1
Il Lecce non riesce a conquistare la terza vittoria consecutiva, dopo i successi con Venezia e Livorno. Solo un punto, arrivato con sofferenza, nei confronti di un ottimo Cittadella che, pur in svantaggio dopo un quarto d’ora, non si dà mai per vinto, ottenendo il meritato pareggio a 10′ dalla fine. Avvio veloce dei veneti al 5′ con Schenetti, il cui tiro finisce a lato di poco. Su capovolgimento di fronte, al 6′, Palombi viene fermato da Paleari con un’ottima parata. Non c’è un attimo di pausa con le due squadre che si affrontano a viso aperto. E la pressione del Lecce viene premiata al 13′, quando su lancio di Falco (rientrato dopo il riposo di Livorno), l’interno veneto Iori ferma il tiro con il braccio. Rigore trasformato da Mancosu con un tiro che spiazza Paleari. La ripresa si apre con due parate salva risultato di Vigorito al 55′ e al 57′ su tiri di Schenetti. Il Lecce sfiora il raddoppio con Palombi al 62′: tutto solo si fa anticipare da Paleari. In campo, però, c’è ormai solo il Cittadella che al 80′, su angolo battuto da Branca, pareggia con un colpo di testa di Strizzolo, subentrato a Scappini.

SPEZIA-CARPI 2-1
Lo Spezia batte in rimonta il Carpi e ottiene la terza vittoria consecutiva stagionale tra le mura amiche. Al Picco finisce 2-1 per i liguri di Marino, che fanno la partita e, nonostante lo svantaggio, nel finale di gara conquistano l’intera posta in palio. Partono forte i padroni di casa che al 28′ sfiorano l’1-0 con una botta da fuori di Bartolomei che trova la splendida risposta in tuffo di Colombi. Il portiere ospite si ripete al 36′, quando con un colpo di reni devia l’incornata di Okereke. Al 40′, inaspettato, arriva il vantaggio della squadra di Castori con Mokulu, che insacca da pochi passi a porta sguarnita dopo l’uscita a vuoto di Manfredini sul corner di Pasciuti. Nella ripresa lo Spezia aumenta la pressione e ribalta il risultato: al 12′ Galabinov di testa sul perfetto cross di Augello ristabilisce la parità, e al 40′ Maggiore sfrutta la torre di Okereke sul corner di Bartolomei e insacca da pochi passi.
 
 


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml