ROMA – Verona, Cittadella e Salernitana rallentano nella loro corsa verso i playoff. Gli scaligeri a Carpi pareggiano 1-1 mancando, per il 4° turno consecutivo, l’appuntamento con la vittoria. Gli uomini di Venturato si fanno sorprendere (2-0) dal Cosenza mentre i campani non vanno oltre lo 0-0 contro il fanalino di coda Padova. Alle 18 in campo Spezia e Cremonese. Domenica sono in programma Crotone-Livorno e Benevento-Venezia alle 15 e Pescara-Brescia alle 21. La 21/a giornata si chiuderà con il posticipo tra Palermo e Foggia (lunedì, ore 21). L’anticipo tra Lecce e Ascoli è stato rinviato a data da destinarsi a causa dello spaventoso incidente occorso a Scavone.

CARPI-VERONA 1-1
Il Verona riprende il Carpi e porta a casa un punto che lo tiene nella pancia dei playoff. Dopo tre occasioni per parte (Arrighini, Coulibaly e Jelenic per i padroni di casa, Di Gaudio, Di Carmine e Marsura per gli scaligeri), ci pensa Di Noia a spezzare l’equilibrio al 43′: è il più il lesto di tutti su una corta respinta di Silvestri dopo un tiro di Arrighini e insacca di destro a porta vuota. Il Verona reagisce con rabbia e, dopo aver spaventato Colombi su punizione con Di Gaudio, pareggia (57′): Colombi esce male su un lancio dalle retrovie di Empereur e consente a Matos di testa di realizzare il classico gol dell’ex. Nell’occasione il portiere biancorosso si fa male a una mano e viene rimpiazzato da Piscitelli che si mette subito in mostra negando l’1-2 a un altro subentrato, Faraoni. Il Verona ci crede ma manca altre due ottime occasioni con Lee e Bianchini. Il Carpi non resta a guardare ma Concas per due volte fallisce il bersaglio: prima colpendo la traversa e poi calciando a fil di palo un destro da favorevole posizione.
COSENZA-CITTADELLA 2-0
Il Cosenza spazza via un brutto Cittadella e incamera tre punti fondamentali per mantenersi a distanza dalla zona playoit. I calabresi rischiano in avvio sulla conclusione di Branca ma poi prendono in mano le redini del match. E dopo aver fatto le prove generali con Corsi, Embalo, Tutino e Dermaku, sbloccano i risultato in avvio di ripresa (48′): il gol lo segna il neo-arrivato Sciaudone che triangola in area con Tutino e batte Paleari in uscita con un pregevole tocco morbido di destro. Il Cittadella si sbilancia e favorisce il contropiede dei padroni di casa. Protagonista assoluto diventa Tutino che, dopo aver sciupato una buona occasione, non fallisce (65′) l’assist al bacio fornitogli a porta vuota da Baez, bravo a saltare anche Paleari in uscita. Nel finale prima Tutino manca di un nulla il tris poi è Diaw a sciupare l’occasione per riaccendere le speranze dei veneti.
PADOVA-SALERNITANA 0-0
Giusto 0-0 tra Padova e Salernitana al termine di una gara con pochissime occasioni. I padroni di casa vanno vicini al vantaggio in due circostanze, con Bonazzoli nel primo tempo e poi con Mbakogu, gli ospiti si vedono solo nella ripresa in cui spaventano Minelli per due volte con Jallow.


La Repubblica si fonda sui lettori come te, che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il sito o si abbonano a Rep:. È con il vostro contributo che ogni giorno facciamo sentire più forte la voce del giornalismo e la voce di Repubblica.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml