ROMA – Super Lecce. I pugliesi passano 1-0 in casa del Carpi grazie ad un gol preziosissimo di La Mantia e ora sono ad un solo punto dal Palermo capolista. Bene anche il Brescia che regola 2-0 al Rigamonti il Livorno (sempre più fanalino di coda) con la doppietta di Torregrossa.

CARPI-LECCE 0-1
Un Lecce più efficace che bello sbanca il Cabassi e sale a -1 dalla vetta occupata dal Palermo. Dopo un paio di tiri da fuori di Armellino e Mancosu, alla prima occasione (36′) i giallorossi passano con La Mantia che da due passi, perso da Pachonik, raccoglie il cross di Falco spizzato da Armellino e batte Colombi. Il Carpi reclama un rigore con Mokulu (contatto con Lucioni), poi però Pezzi deve immolarsi su Armellino per evitare lo 0-2. Gli uomini di Castori all’inizio della ripresa passano a due punte (dentro Arrighini) e creano due palle gol per il pari, ma Concas prima calcia centrale e poi spreca clamorosamente solo dal dischetto. Il Lecce pensa a difendersi e nel finale rischia quando al 39′ Concas di testa su corner di Machach manda fuori di poco. Beffa finale per i padroni di casa con il portiere Colombi: a fine gara, mentre si avvicinava al tunnel degli spogliatoi, ha protestato veementemente con l’arbitro Guccini di Albano che, pur non sventolandogli il cartellino rosso, gli ha indirizzato la via dell’uscita. Possibile doppio turno di squalifica.

BRESCIA-LIVORNO 2-0
Archiviata la parentesi negativa con il Venezia la squadra di Corini batte la cenerentola Livorno. Gara non bella dal punto di vista spettacolare con il Brescia asbile ad archiviare la pratica con il minimo sforzo. Prima chance per i padroni di casa con la traversa di Bisoli dopo un bel pallonetto al 12′ su assist di Donnarumma. La risposta del Livorno arriva con Raicevic che da buona posizione viene murato in corner. Ancora Livorno con Murillo al 26′, grande risposta plastica di Alfonso. Nel momento più difficile il Brescia passa: corre il 34′ quando Torregrossa incorna alla perfezione una punizione calciata da Tonali. Per l’attaccante si tratta del quarto centro in campionato. Nella ripresa al 12′ la squadra di Corini mette in rete la palla del raddoppio: azione spettacolare di Donnarumma che si beve metà difesa, il suo tiro balla sulla riga con Mazzoni a compiere un miracolo su Spalek ma Torregrossa è il più lesto a spingere la palla in fondo al sacco. Nel finale Rondinelle in dieci per il doppio giallo a Curcio ma non c’è più tempo per gli amaranto, sempre più ultimi in graduatoria a 6 punti mentre i ragazzi di Corini salgono a 21.


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml