ROMA – Aspettando Pescara-Lecce di lunedì, il Palermo vola in vetta alla classifica di serie B con due punti di vantaggio sugli abruzzesi e tre sul Verona fermato sul pari dalla Cremonese nell’anticipo. Nell’undicesima giornata del campionato cadetto i rosanero battono il Cosenza al Barbera 2-1 grazie a un gol nel finale di Puscas, termina senza reti invece, il derby veneto tra Padova e Cittadella. Quattro gol, ma perfetto equilibrio a Zaccheria tra Foggia e Brescia: 2-2 il finale. Alle 18 Benevento-Ascoli, domani Crotone-Carpi, Venezia-Salernitana e Livorno-Perugia.

PALERMO-COSENZA 2-1
Al Barbara il Palermo ha la ghiotta opportunità di allungare sul Verona e godersi la vetta in perfetta solitudine per due giorni e i rosanero non falliscono l’occasione. La prima palla gol, però, è per il Cosenza in contropiede: Mungo approfitta di un errore di Struna e serve in area sulla sinistra Maniero, diagonale dell’attaccante con palla che fa la barba al palo. Al 21′ padroni di casa insidiosi con un perfetto calcio di punizione di Trajkovski che sfiora il palo alla sinistra del portiere. Il primo tempo scivola via senza sussulti e nella ripresa le occasioni si contano sulle dita di una mano con entrambe le squadre imprecise sotto porta. Almeno fino al 32′ quando il Palermo passa in vantaggio: angolo di Trajkovski e stacco di testa vincente di Salvi, completamente dimenticato in mezzo all’area dagli avversari. Passano 2′ e gli ospiti pareggiano con Baclet che raccoglie un cross di Garritano e di testa supera l’incolpevole Brignoli. Al 40′ traversa piena di Puscas con una conclusione potente. Il polacco si rifà 5′ più tardi: Aleesami serve Nestorovski che con un pallonetto supera Saracco, sulla linea tocca Puscas che insacca. Al 97′ di recupero il Cosenza resta in dieci per l’espulsione di Idda che stende Falletti lanciato a rete.

FOGGIA-BRESCIA 2-2
Pirotecnico pareggio allo Zaccheria tra Foggia e Brescia. Pronti via e la squadra rossonera passa in vantaggio. Mazzeo capitalizza con una spizzicata di testa un assist di Zambelli sugli sviluppi di una rimessa. Subito dopo è Galano a sfiorare il clamoroso raddoppio a due passi dal numero uno ospite. Sul più bello, al 14′, arriva il pari del Brescia con la firma di Torregrossa, solo davanti a Bizzarri. Pugliesi sfortunati al 36′: traversa di Ranieri. Sul ribaltamento di fronte Morosini prova la sortita, bravo Bizzarri a fermare il pericolo. La ripresa si apre con altre due pericolose incursioni della squadra di casa. Prima Deli, quindi un palo di Kragl. Il gol arriva al 7′ con un tiro di Gerbo da trenta metri poi il Foggia rimane in 10 per l’espulsione di Camporese e il Brescia si getta in avanti trovando il pareggio di Tremolada su punizione al 37′. In pieno recupero miracolo di Andrenacci su Kragl.

PADOVA-CITTADELLA 0-0
Pari, patta e verdetti rinviati. Finisce senza reti il derby dell’Euganeo tra Padova e Cittadella: un pareggio che non risolve la crisi biancoscudata, nonostante la squadra di Bisoli abbia giocato meglio dei granata. Nel primo tempo parte meglio il Cittadella, prima che il Padova prenda coraggio e inizi a giocare con intensità. Non si contano, però vere e proprie occasioni da gol. Nella ripresa, dopo una buona parata di Perisan su Benedetti, il Padova preme e va vicino al gol ripetutamente, in particolare con Capello e Marcandella, prima di arrendersi a un pareggio che allunga a 9 la striscia senza vittorie. Per il Cittadella, invece, è il quarto parti nelle ultime 5 uscite.
 


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml